Tu sei qui

News Prodotto, Suzuki svela ufficialmente la V-Strom 1000

La Maxi Enduro ha 100 cavalli, pesa 228 kg e avrà ABS e TCS di serie

Il campionato mondiale Endurance in Francia ha un grandissimo seguito, tanto da radunare migliaia e migliaia di appassionati durante le grandi classiche. Eventi come il Bol d'Or o Le Mans offrono spettacolo non solo in pista, ma anche eventi di contorno ufficiali o dati da motocliclisti capaci di creare delle vere e proprie feste. Proprio per questo, mentre il team Suzuki S.E.R.T si apprestava a vincere il suo tredicesimo titolo iridato nonostante il 26esimo posto finale, Hamamatsu svelava ufficialmente la V-Strom 1000 2014, l'arma per tentare la conquista in una delle categorie più dure del segmento a due ruote, quello delle Maxi Enduro stradali.

DESIGN CONFERMATO - Avevamo già avuto modo di vedere questo modello in forma di concept durante la scorsa stagione dei Saloni delle moto, in special modo durante l'ultimo salone Intermot. Ora, con una mossa a sorpresa, ecco il ritorno ufficiale di questa moto che torna in auge dopo l'ultima versione vecchia oramai di 11 anni.

Rispetto a quanto visto precedentemente, a livello estetico, non si ravvedono cambiamenti. La V-Strom 1000 avrà una base cromatica nera opaca, con in aggiunta quattro colorazioni distinte: bianco, rosso, nero e color sabbia. Scorgendola da davanti, è evidente il classico mini-parafango a forma di becco, con un fanale sdoppiato ed un cupolino regolabile, come la diretta concorrenza (leggasi Multistrada e GS1200). La strumentazione presenta un quadrante analogico per il contagiri, ed uno schermo digitale per la velocità. In aggiunta vi è un secondo display che offre tutte le informazioni di cui si necessita: consumi, marcia, chilometraggi totali e parziali, oltre che la temperatura estera. Il profilo è dettato dai due fianchi laterali che, a dispetto dell'altezza naturale di una moto di tale segmento, tendono a mostrare linee orizzontali e massicce. La sella, larga e scavata per una miglior seduta (dettata dalla volontà di offrire comodità per i lunghi viaggi) si ricollega al codone, dove sono presenti gli attacchi per le borse laterali, ed un grande maniglione per il passeggero.

CILINDRATA PIU' CHE PIENA - Il propulsore è un classico L di 90 gradi, ma rispetto al passato aumenta la cilindrata. Grazie ad un lavoro sull'alesaggio, arrivato ora a 100 mm, ed una corsa confermata a 66mm, la cilindrata passa a 1037cc, per una potenza dichiarata di 100 cavalli a 8000 giri/min. Il valore di coppia arriva ora a 103 Nm a 4000 giri. Il lavoro, da parte dei tecnici di Hamamatsu, si è incentrato sull'affinamento ed il miglioramento degli attriti interni, un campo su cui, ultimamente si è molto lavorato a livello motociclistico. Tradotto in termini più pratici, lavorare su elettronica e attriti, comporta consumi migliori a parità di potenza. Secondo gli ingegnieri Suzuki, il miglioramento di efficienza si traduce in un +16%. Così, la V-Strom sarebbe in grado di percorrere 20.9 km/l. Rivisto anche il circuito di raffreddamento, eliminando cosi il radiatore dell'olio. Lavoro anche per la trasmissione, con un sesto rapporto allungato ed una frizione antisaltellamento a comando idraulico.

ABS E TCS SONO DI SERIE - Il telaio è rimasto il classico doppio trave in alluminio, irrigidito però del 33% in più, e alleggerito del 13%. Più lungo, per migliorare la trazione e la stabilità, è invece il forcellone, che porta l'interasse della moto a "quota" 1.555mm. Capitolo sospensioni: forcella Kayaba USD con steli da 43 mm completamente regolabile all'anteriore; al posteriore ecco un monoammortizzatore regolabile nel precarico e nell'estensione della molla. Da sottolineare l’ABS di serie, però non escludibile. Una scelta che quindi taglia "de facto" la volontà di fare un pò di off-road "spinto". L'ABS lavora in simbiosi con pinze Tokico ad attacco radiale a 4 pistoncini (da 310 mm i dischi) ed un disco singolo da 260 mm dietro. I cerchi, in lega a 10 razze,  hanno misure da 19” davanti e 17” dietro. Presente, sempre di serie, il controllo di trazione TCS, escludibile, se si vuole affrontare un asfalto un pò più scivoloso - leggasi strada bianca - oppure regolabile su due impostazioni. Una più libera, ed una più adatta a condizioni precarie dell'asfalto. Peso dichiarato: 228 kg. Il prezzo dovrebbe oscillare tra i 12.000 ed i 13.000 euro.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti