Tu sei qui

SBK, Laguna, Ducati: 2 italiani alla riscossa

Ufficiale Canepa al posto di Checa. Badovini "Miglioro e la pista si addice alla Panigale"

A tre gare dal termine del campionato, la SBK farà un ultima tappa fuori dal Vecchio Continente per dirigersi alla volta di Laguna Seca, pista sulla quale non corre dal 2004. Il team Ducati Alstare, che ad Istanbul non ha tagliato il traguardo in nessuna delle due manche a causa degli infortuni di Carlos Checa ed Ayrton Badovini, ha ufficializzato la presenza di Niccolò Canepa (secondo nella Stock1000 con la 1199 del team Barni) come sostituto di Checa (rimane da decidere chi prenderà il posto dello spagnolo a Magny Cours e Jerez) mentre il recupero di Badovini dovrebbe consentirgli di prendere parte alle gare senza problemi.

"Sono davvero contento di questa opportunità – ha detto Canepa, che ha gareggiato sulla pista californiana nel 2009 in MotoGP – Correre a Laguna Seca con la Ducati ufficiale è veramente qualcosa di incredibile. Sono molto fiducioso perché dovrebbe essere una pista favorevole alla Panigale e, tra l’altro, è uno dei miei tracciati preferiti. Sarà un mese molto impegnativo e cercherò di farlo fruttare al meglio, anche in vista del prossimo anno. Colgo l’occasione per augurare a Carlos una pronta guarigione".

Fiducioso anche Badovini, al debutto sull'iconica pista americana, dove spera di bissare l'unico podio fin qui ottenuto dalla Panigale (con lui, a Mosca) nella classe regina delle derivate di serie.

"La mia situazione fisica migliora giorno dopo giorno, la caviglia non è più gonfia ma l’emotoma c’è ancora – ha dichiarato il bielleseContinuo con la terapia e sono sempre in contatto con i medici della Clinica Mobile. Sono molto entusiasta di andare a Laguna; è una pista che non ho mai visto e sembra affascinante. Ci sarà molto da imparare e, considerando che ci sono pochi tratti rettilinei, forse è un tracciato dove riusciremo a fare dei buoni risultati. Confido anche nel fatto che faremo una gara sabato ed una domenica, questo mi aiuterà visto che probabilmente non sarò ancora al 100% fisicamente. Sono fiducioso".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti