Tu sei qui

Aprilia con Hayden e Laverty in MotoGP

Dall'Igna dopo aver portato a casa Hayden e Melandri ora pensa a Laverty

Qualche volta un problema crea una opportunità. Per l'Aprilia il desiderio di Aleix Espargarò di correre con una vera MotoGP - la Yamaha di Forward - ha aperto le porte all'arrivo di Nicky Hayden. Come si usa dire: manca solo la firma. In questo caso, due firme o forse addirittura tre perché l'Aprilia con Gigi Dall'Igna si sta muovendo decisamente bene sul mercato. I soggetti che devono prendere la penna in mano sono Nicky Hayden, Marco Melandri ed Eugene Laverty. Scusate se è poco.

Il primo sarà in sella alla Art nel team di Aspar in MotoGP, il secondo al fianco di Guintoli in Superbike ed il terzo farà il salto nella classe regina dopo aver sbancato ad Istanbul.

"Diciamo che se tutto andrà a posto, questo sarà il programma", è la risposta, molto prudente, di Dall'Igna.

Tre grossi nomi, un americano, un italiano ed un britannico per la casa di Noale che si presenterà al via dei due campionati nel 2014 con l'ambizione di sempre. Ed il vantaggio in più di avere dei grossi nomi da spendere come quello di Marco in SBK e Nicky in MotoGP.

E' stato l'arrivo del ravennate a costringere Eugene ad emigrare, probabilmente con reciproca soddisfazione.

"Noi non vogliamo perdere Laverty - ha spiegato Gigi Dall'Igna - quindi stiamo cercando delle soluzioni. Quella di Aspar è una, ce ne sono anche altre. Eugene conosce bene la moto, la nostra elettronica, è capace di ottimi risultati, quindi faremo di tutto per farlo rimanere in famiglia".

Dove rimarrà comunque Sylvain Guintoli.

"Guintoli ha un contratto: se arriverà nei primi tre il rinnovo sarà automatico".

Gli appassionati del marchio di Noale hanno un'altra curiosità: cosa apparirà sul serbatoio della RSV-4 prototipizzata, il loro della Art o quello dell'Aprilia?

"Questo non è stato ancora deciso. Potremmo fare entrambe le scelte. Stiamo valutando quale offre le opportunità maggiori perché anche essere meno brandizzati può essere meno conveniente. Si possono utilizzare i piloti per vari marchi".

Per quanto riguarda Nicky il pensiero corre subito a Moto Guzzi, che sta rifiorendo in USA. Ora manca solo che la casa di Mandello rientri nelle competizioni, ovviamente nell'Endurance. I tre piloti per guidare in una 24 ore ci sono già.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti