Tu sei qui

News Prodotto, Sospensioni elettroniche per la FJR

La Sport Tourer si allinea al mercato. In questa versione rimane il cambio tradizionale

Il mondo delle due ruote sta sempre più mostrando la sua evoluzione tecnica e tecnologica, mostrando delle soluzioni e delle novità che un tempo sarebbero state viste come elitè, peculiarità, ed invece, ad oggi, stanno diventando sempre più realtà quotidiana. Un balzo in avanti tutto a beneficio dell'utente finale, sempre più supportato dall'elettronica, alla continua ricerca di sicurezza, prestazioni e "personalizzazione" dell'esperienza di guida.

Un'evoluzione che continua imperterrita nonostante la crisi di vendite del Vecchio Continente, ma che, nei modelli di fascia alta, trova una sua identità ben definita. Così, non è più fantasia poter guidare delle Supersportive molto vicine agli standard di una moto da corsa, o delle sport tourer capaci di rendere i viaggi degli utenti come esperienze di piena goduria "ad hoc". L'alba dei tempi vide l'introduzione del Traction Control, seguito poi dal sistema di antibloccaggio della frenata. Si è passato poi al cambio robotizzato, anche se, il pilota romantico ancora predilige, in taluni frangenti, la classica frizione con il cambio tradizionale. Ora, il know how delle case si sta incentrando sulle sospensioni elettroniche. Uno step evolutivo molto importante, in grado di plasmare la risposta di uno degli organi fondamentali della moto alle proprie esigenze.

Per il 2014, Yamaha ha quindi deciso di introdurre, per la sua FJR1300, una versione dotata proprio di questo sistema. Una FJR1300AE che, sempre in riferimento a quella volontà di personalizzare la propria guida e la propria moto, non vedrà l'equipaggiamento del cambio robotizzato, quanto di un cambio tradizionale. Non si tratta quindi di una novità assoluta, considerando che le sospensioni elettroniche erano già presenti sulla versione AS, dotata di cambio robotizzato YCC-S. In altre parole, gli amanti della frizione classica avranno la possibilità di salire su una moto con sospensioni elettroniche.

84 REGOLAZIONI - La regolazione elettronica delle sospensioni è stata progettata per consentire ai piloti di adattare le prestazioni delle sospensioni alle diverse superfici stradali e al carico. Attraverso una scelta tra 4 regolazioni principali ed un totale di 84 regolazioni, il pilota può trovare il settaggio che più lo aggrada e che più si addice alla propria guida in quel singolo istante, sia esso "da solo", "con bagagliaio", "in due" o "in due con bagagliaio". Soluzioni base personalizzabili, visibili sul display della strumentazione. Inoltre, si può lavorare, per ogni modalità principale, sulla taratura della sospensione stessa, potendo scegliere su di una risposta "soft", "standard" o "hard".  Il sistema interviene sia sulla forcella che sul mono ammortizzatore. In questo modo ogni variazione nella regolazione del dell’idraulica agisce contemporaneamente sull’avantreno e sul retrotreno.

FORCELLA KAYABA - L’adozione della regolazione elettronica delle sospensioni si unisce all’adozione della forcella rovesciata Kayaba, con idrauliche di compressione ed estensione separate e collocate una per ogni stelo. La compressione è all’interno dello stelo sinistro e l’estensione è in quello destro, una soluzione adottata sulla YZF-R1 stradale ma soprattutto e sulle YZR-M1 che corrono in MotoGP. Vale la pena ricordare che la separazione tra compressione ed estensione è molto importante quando si utilizza un sistema elettronico di regolazione, perché permette di ottenere una gamma di setting più ampia e più accurata. Questa soluzione riduce anche le fluttuazioni nella pressione dell’olio all’interno della forcella, e contribuisce a ottimizzare le prestazioni delle valvole idrauliche durate un utilizzo intenso e prolungato.

Questa versione della FJR1300 arriverà nelle concessionarie a partire da Gennaio 2014, e avrà un prezzo di listino pari a 18.690 euro.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti