Tu sei qui

Laverty 1º, Sykes allunga: SBK anglofona

Il pilota Aprilia si porta al terzo posto in classifica, Sykes accumula punti pesanti

"Sono riuscito spesso ad essere veloce, ma mi è mancata la continuità", è stato il mantra di Eugene Laverty prima della tappa della SBK a Istanbul. Il pilota di Toomebridge ha però trovato Turchia ciò che stava cercando fin dalla prima gara, centrando la sua prima doppietta su Aprilia e vincendo per la prima volta una Gara 1 nel 2013, senza essere poi costretto a rincorrere nella seconda manche.

"La mia ultima doppietta risaliva a Monza 2011, le due vittorie di oggi hanno un sapore particolare perché inaspettate – ha detto Laverty, passato con il risultato odierno al terzo posto in campionato, a -26 da Tom Sykes Sono molto felice, in entrambe le gare la nostra moto era perfetta, in particolare verso fine gara quando le gomme iniziavano a degradarsi, e questo mi ha permesso di vincere con margine. Nonostante un ritmo simile, ho guidato con più facilità e sono tornato in corsa per il Mondiale, ma soprattutto ho riacquistato fiducia e questo mi fa ben sperare per i prossimi appuntamenti”.

Il pilota Aprilia ha nel mirino, più che il compagno di squadra Sylvain Guintoli (sottotono in gara, anche per problemi alla spalla infortunata prima di Monza), quanto Sykes. Il britannico, pur non apparendo nella sua forma migliore, ha portato a casa due podi che valgono oro a tre GP dal termine del campionato, dove comanda la classifica con 323 punti, otto in più di Guintoli, primo degli inseguitori.

"Sono contento, due podi all'esordio su questa pista non è un cattivo risultato – ha detto SykesI miei rivali conoscevano già il tracciato. La moto è migliorata tra Gara 1 e Gara 2, e sono stato in grado di stare in testa ma ho avuto qualche problema di usura gomme e Laverty mi ha ripreso. Ho spinto forte, ma se avessi fatto di più credo che avrei oltrepassato il limite. Ciò che conta è aver guadagnato punti in campionato".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti