Tu sei qui

SBK, Gara 2 Instanbul: doppietta di Laverty

Piegati Sykes, Guintoli e Melandri. Solo 33 punti tra i primi quattro in classifica

Sul tracciato di Istanbul, Eugene Laverty ha centrato la sua prima doppietta stagionale davanti a Sykes e Guintoli. Un risultato che rilancia la candidatura del pilota Aprilia al titolo e lo proietta al terzo posto (- 26), mentre Melandri, quarto, lascia la Turchia a 33 lunghezze di distacco, tre in più di quelle della vigilia.

"Un risultato inaspettato – ha commentato LavertyÈ la mia seconda doppietta, ma oggi non credevo di farcela".

"È stato un fine settimana complicato – ha replicato Sykes I miei principali rivali conoscevano la pista, io no. Abbiamo avuto qualche problema nel trovare il bilanciamento perfetto anche perché abbiamo perso due turni per il maltempo. Tutto sommato però sono soddisfatto perché ho aumentato il vantaggio su Guintoli".

LA CRONACA – Scatta bene Sykes dalla prima posizione davanti a Guintoli e Giugliano. Seguono Elias, Laverty, Melandri e Davies. Non prende il via Badovini nella speranza di recuperare in tempo per Laguna Seca.

Sykes prende subito quasi un secondo di vantaggio, mentre alle sue spalle rimonta Laverty con un giro veloce da 1'55.7. Il gruppo degli inseguitori rimane comunque compatto, con Guintoli, Elias, Melandri, Giugliano, Davies e Cluzel in rapida successione.

Al sesto giro, Melandri riesce finalmente a mettersi alle spalle Elias per andare a caccia del podio. Il terzo posto tuttavia, occupato da Guintoli, è a due secondi. Non riesce invece a tenere il passo degli inseguitori Giugliano, passato anche da Davies, Cluzel, ed Haslam e scivolato in nona posizione.

A metà gara, il divario tra Sykes e Laverty si riduce a mezzo secondo. L'attacco dell'irlandese avviene all'ultima curva del dodicesimo giro. Guintoli fa gara solitaria al terzo posto, aumentando il proprio vantaggio su Melandri, ora a quattro secondi.

Nelle tornate finali, Laverty piega con facilità la resistenza di Sykes, che accusa qualche decimo rispetto alle Aprilia ufficiali e deve guardarsi le spalle da Guintoli. Melandri si deve accontentare della quarta piazza, avendo comunque messo un margine di sicurezza su Elias e Davies.

Le posizioni al traguardo rimangono invariate: Laverty precede sul podio Sykes e Guintoli. Quarto posto per Melandri, poi Davies ed Elias, primo dei privati.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti