Tu sei qui

Moto3, Misano: Rins in volata su Vinales

GARA: Luis Salom chiude quarto. Buona prova di Antonelli, ottavo sul traguardo

Come da copione, sventola la bandiera spagnola sul circuito di Misano Adriatico che monopolizza il podio di questa prima gara della Moto3. La notizia del giorno - anche se il fine settimana aveva portato delle avvisaglie - è l'assenza tra i primi tre del leader in campionato Luis Salom che chiude in quarta posizione. Primo Alex Rins, secondo Maverick Vinales, autori di una gara che ha mostrato grande velocità e grande intelligenza tattica da parte di entrambi. Un duo che, almeno nelle prime battute, era un trio, con Jonas Folger, caduto però malamente al Tramonto e trasportato al centro medico per una ipotetica lesione alla gamba sinistra.

Rins e Vinales hanno dato vita ad un bel duello, con sorpassi e controsorpassi, risoltosi solo nelle battute finali quando Rins, dopo essersi fatto passare da Vinales per far riposare le gomme e attendere il momento giusto, ha piazzato la zampata vincente all'ingresso del Curvone, riuscendo poi a chiudere tutti i varchi su un arrembante Vinales, in cerca di punti per avvicinarsi in classifica generale su Salom.

"Una gara molto bella. Sapevo dove poter passare Maverick, mi sentivo bene e ci sono riuscito. Ringrazio il team per il lavoro che hanno fatto" ha dichiarato Rins in parco chiuso.

Soddisfatto, nonostante il secondo posto, anche il portacolori del team Calvo: "Penso sia stata una gara molto veloce. Una battaglia bella, ma a cinque giri dalla fine non ne avevo più. Una buona gara per il mondiale con Salom che è rimasto dietro".

Dietro il duo di testa, a 6.4 secondi ha concluso Alex Marquez, il cui unico cruccio è stato quello di dover recuperare posizioni nelle prime battute, ed aver perso quindi secondo importanti per giocarsi la vittoria. "Sono molto contento. Un fine settimana molto difficile con due cadute. Alla fine un podio è molto bello. A inizio gara ho provato a riprendere i due davanti, ma la gomma ha avuto un calo prestazionale".

Dietro i primi tre, la gara ha visto una grande bagarre nella lotta per il quarto posto che ha visto protagonisti il già citato Salom, Khairuddin, Oliveira, Jack Miller e Niccolò Antonelli. Una lotta senza esclusione di colpi, con tanti sorpassi e qualche colpo al limite, ma senza mai andare oltre il regolamento. Sotto la bandiera a scacchi, quarto Salom, quinto Miller, sesto Khairuddin, settimo Oliveira e ottavo Antonelli, a tratti anche quarto: "Alla fine mi son divertito tanto. All'inizio forse avevo qualcosa in più, ma alla fine ero al limite in frenata, con la moto che spingeva molto. Abbiamo fatto molti giri sotto il record dell'anno scorso". Decima posizione per Romano Fenati, autore di una buona rimonta. Gli altri italiani: Lorenzo Baldassarri 23esimo, Andrea Locatelli 25esimo, caduti Luca Marini, Francesco Bagnaia e Matteo Ferrari.


CRONACA DI GARA

Si parte con la gara della classe Moto3.

- Partenza valida. Ottimo spunto per Jonas Folger. Caduta alla prima curva di Luca Marini. gara finita subito per il fratello di Valentino Rossi

23 giri al termine: Folger, Rins e Maverick Vinales cercano subito di staccarsi dal resto del gruppo. In quarta posizione Khairuddin, seguito dal nostro Antonelli. Luis Salom è settimo

22 giri al termine: Antonelli passa Khairuddin alla prima staccata. Khairuddin prova il sorpasso alla Quercia ma l'italiano chiude bene. I tre di testa allungano. Rins al curvone prova l'ingresso su Folger senza successo. Antonelli perde due posizioni a vantaggio di Khairuddin e Salom.

21 giri al termine: Salom passa Khairuddin prima del Rio, mentre Rins all'ultimo passaggio ha segnato il giro più veloce. Rins alla Quercia si porta in testa. Vinales cerca al Tramonto di approfittare della situazione senza successo. Lo spagnolo ci riprova al Curvone e passa secondo.

20 giri al termine: high-side per Folger al Tramonto. Brutta botta per il pilota che rimane dolorante a terra, sembra senza conseguenze serie però.

19 giri al termine: Antonelli è settimo, mentre il duo in vetta cerca di scappare sempre più. Salom è a 1.5 secondi e prova l'aggancio.

La situazione rimane invariata a 18 giri dal termine: Vinales e Rins fanno l'andatura, Salom è a 2.1 secondi con Alex Marquez incolalto. Antonelli settimo miglior italiano in gara

15 giri al termine: Fenati passa Granado e si inserisce in 15esima posizione. Caduto Francesco Bagnaia. Intanto Alex Marquez ha superato Salom e sembra aver un ritmo migliore. Il pilota Estrella Galicia è a 1.6 secondi dalla vetta, Salom a 2.7

Tweet di Aspar Martinez:  @JonasFolger94 tiene un golpe fuerte pero que parece que está bien. ¡Ánimo! #Moto3. La comunicazione ufficiale parla però di "sospetta lesione alla gamba sinistra". Il pilota tedesco al centro medico

14 giri al termine: il duo in vetta continua la propria cavalcata quasi solitaria. Vinales rimane dietro e studia Rins.

13 giri al termine: Vinales sembrerebbe avere margine. Compie traiettorie più strette rispetto a Rins. Salom continua a perdere terreno, passato anche da Khairuddin

11 giri al termine: Salom risupera il suo compagno di squadra alla prima staccata dopo il traguardo. Gruppo compatto con Salom, Khairuddin, la Mahindra di Oliveira e le Honda di Jack Miller e Niccolò Antonelli

10 giri al termine: caduto al Tramonto Matteo Ferrari. Davanti intanto Alex Marquez tenta un recupero non facile. Ora + a +1.398. Vinales passa Rins. Probabilmente avrà capito di averne ben di più e proverà a staccarsi da Rins

9 giri al termine: Vinales passa sul traguardo con 146 millesimi di secondo su Rins che ora, con il riferimento davanti a se, riesce a tenere la scia. Bagarre tra Khairuddin ed Oliveira al Tramonto.

7 giri al termine: Alex Marquez rimane sempre a circa 1.5 secondi. Antonelli si difende bene con la sua Honda dall'attacco di Kahiruddin al Curvone nel giro precedente, ma viene passato poi al Rio. E' un gruppetto in lotta per la quarta posizione. Al Tramonto l'italiano passa Oliveira e si inserisce in settima posizione, miglior pilota Honda.

6 giri al termine: Khairuddin passa in quarta posizione, scavalcando Luis Salom. Rins cerca l'attacco su Vinales alla Quercia, senza troppa convinzione. Ora sembrerebbe che Rins abbia più margine, riuscendo a rimanere tranquillamente dietro.

5 giri al termine: Rins non vuole passare in prima posizione. Alla prima staccata frena presto apposta. Dietro Antonelli in piena bagarre, passa Khairuddin. Bella lotta per il quarto posto. Peccato che nella parte veloce il pilota Honda abbia perso delle posizioni a vantaggio di Khairuddin, Oliveira e Jack Miller. Romano Fenati intanto recupera posizioni, ed è decimo

4 giri al termine: Rins sta evidentemente gestendo la situazione. La variabile unica riguarda la possibilità di Vinales di resistere

3 giri al termine: Rins passa in maniera fluida Vinales alla prima staccata. Vinales sembra però aver voluto far passare Rins. Molta tattica tra i due in questo momento. Caduta per Watanabe, compagno di squadra di Tonucci

2 giri al termine: Vinales torna primo. Dietro, in terza posizione solitaria Alex Marquez, poi quarto e quinto Khairuddin e Salom. Antonelli passa Miller in questo gruppetto. Davanti è pura gara tattica. Vinales è davanti, ma entrambi puntano a stare dietro

Ultimo giro: Vinales transita primo. Si arriva al Rio a posizioni invariate. Sul rettilineo opposto Rins prende la scia, prova il sorpasso alla Quercia ma va largo e Vinales torna in testa. I due sono attaccati al Tramonto. AL Curvone Rins entra e passa in testa. Poi molto intelligentemenre chiude la traiettoria. Si arriva alla Misano con Rins che chiude. All'ultima curva Vinales stacca tardissimo ma non riesce ad impostare un sorpasso. Terzo Alex Marquez. Quarto Luis Salom in volata su Miller, Khairuddin, Oliveira e Antonelli, ultimo del gruppetto, ma autore di una gara comunque grintosa e convincente. Romano Fenati chiude decimo.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti