Tu sei qui

SBK, Gara 1: Melandri accorcia la classifica

Il ravennate è 2º alle spalle di Laverty ma davanti a Sykes e Guintoli. Quinto Giugliano

Gara 1 della Superbike a Istanbul ha confermato l'equilibrio al vertice del campionato, con Laverty a vincere ed accorciare la classifica.

"Una gara dura per tutti, visto che ieri non siamo riusciti a girare molto – ha dichiarato il pilota di Toomebridge a caldo – Verso la fine eravamo tutti in debito di grip, ma l'elettronica della mia Aprilia ha lavorato davvero bene. Negli ultimi giri ero veloce, per questo devo ringraziare il team per il grande lavoro svolto. E' anche la mia prima vittoria in Gara1, speriamo di poterci ripetere tra poche ore".

Secondo posto per Melandri, che precede sul traguardo i rivali in campionato Sykes e Guintoli.

"All'inizio facevo fatica a tenere il passo, la moto si muoveva troppo – ha detto il ravennate, ora a 26 punti di distacco da Sykes in classifica – Con le gomme usate sono migliorato, ma una volta ricucito il gap Laverty ha dato lo strappo decisivo. L'importante è aver recuperato qualche punto, come ho detto correrò una gara alla volta da qui alla fine".

LA CRONACA – Sykes difende la pole alla partenza con Laverty che lo tallona mentre Guintoli è leggermente più staccato. Partenza arrembante di Melandri, che da settimo passa a quarto, mentre Elias passa prima Giugliano e poi Davies. Il ritmo imposto dal pilota Kawasaki è di 1'56 medio.

I primi tre si ricompaiano dopo otto giri, e Melandri recupera mezzo secondo a Sykes e si porta a due secondi e mezzo. Elias continua il suo ottimo debutto in SBK comandando il gruppo degli inseguitori in un trenino con Davies, Cluzel e Giugliano. Haslam e Fabrizio chiudono la Top 10, mentre Badovini lotta con il dolore in tredicesima posizione ma è costretto a rientrare ai box per un problema tecnico.

I piloti al vertice si avvicinano quando mancano 6 giri alla fine. Melandri è a portata di sorpasso su Guintoli, mentre Laverty passa Sykes che sembra accusare qualche problema di usura pneumatici.

A tre giri dal termine, Melandri infila Sykes in fondo al rettilineo di partenza dopo essersi sbarazzato di Guintoli. Ad avvantaggiarsi è Laverty, che prende un secondo e mezzo di vantaggio. Più indietro, Elias lotta con Giugliano per la quinta posizione ed il primato su moto privata.

Sul traguardo Laverty precede Melandri e Sykes, che respinge gli attacchi di Guintoli. Giugliano è quinto in volata su Elias, con il quale si tocca in uscita dall'ultima curva. Stesso copione per Fabrizio ed Haslam, che chiudono rispettivamente nono e decimo (bella la stretta di mano tra i due, mentre Elias è apparso più piccato). La Direzione Gara però conferma la classifica.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti