Tu sei qui

SBK, Camier KO fino a Jerez, cercasi sostituto

Operato con successo al piede il britannico. Ipotesi Hopkins come sostituto

La brutta caduta rimediata nel primo turno di libere della Superbike a Istanbul ha causato sette fratture nel piede destro di Leon Camier. Il pilota Suzuki, reduce anche da un violento incidente in Gara 1 al Nürburgring dopo essere scivolato su una macchia d'olio, ha subito un'operazione di 90 minuti per fissare tre metatarsi con viti, chiodi e fili (vedi foto). Camier inizierà immediatamente la riabilitazione, con la speranza di riuscire a rientrare in tempo per il round finale di Jerez (20 ottobre).

"Sono deluso da quanto accaduto ieri, e frustrato all'idea di perdere delle gare – ha detto il pilota Suzuki – Sapevo che l'aderenza era precaria e non stavo forzando, ma ho perso il posteriore dopo lo scollinamento fratturandomi il piede in sette punti. Si è trattato di un'operazione complessa, e dovremo forzare i tempi di recupero. Spero di tornare in tempo per Jerez".

A questo punto la squadra pensa già al sostituto per Laguna Seca, e la prima opzione che viene in mente è quella di John Hopkins, che risiede non lontano dal circuito californiano, ed ha corso fino alla scorsa stagione proprio con l'equipe di Paul Denning, con il quale intrattiene tuttora ottime relazioni.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti