Tu sei qui

Moto3, Misano: Rins prenota la Pole

Continua il dominio spagnolo. Fenati buon sesto, Marini 28esimo

La moto 3 anche in questo sabato mattina di Misano conferma i due capisaldi che la stanno caratterizzando da inizio 2013: davanti a tutti uno spagnolo ed una moto KTM. A stabilire il miglior riferimento cronometrato in questa terza sessione di prove libere è stato, ancora una volta, Alex Rins, che proprio sotto la bandiera a scacchi, sfruttando anche la scia di Khairuddin sul traguardo, è riuscito ad abbattere il muro del minuto e '43, girando in 1'42.917, mantenendo quindi intatta l'egemonia iberica in prima posizione. Già, perchè fi sotto la bandiera a scacchi era stato Jonas Folger ad aver conquistato la prima posizione. Il tedesco - guidato da un team spagnolo - ha chiuso a +0.194 proponendosi comunque come buon protagonista in vista delle qualifiche del pomeriggio.

Distacchi più marcati rispetto al solito in questa terza sessione di prove: il terzo classificato è Maverick Vinales, che chiude con 586 millesimi di ritardo dalla vetta. Spicca un dato da registrare: in questo gran premio la Honda sembra accusare meno il gap tecnico rispetto a KTM. La cartina di tornasole non è data tanto da Jack Miller - il forte e simpatico pilota della Caretta Technology è spesso in grado di inserirsi nelle posizioni che contano - che chiude quarto (+0.786), con anche una caduta a 50 secondi dal termine, quanto da Romano Fenati. Il pilota del Team Italia, chiude questa FP3 in sesta posizione, primo pilota ad accusare un ritardo superiore al secondo dalla vetta (+1.044). Settima posizione per Arthur Sissis (+1.050) che precede la Mahindra di Miguel Oliveira (+1.060).

In questa classifica, manca dalle zone nobili Luis Salom. Il leader del campionato infatti chiude solo in sedicesima posizione, dietro anche al nostro Niccolà Antonelli (14esimo).

Gli altri italiani: 20esimo Lorenzo Baldassarri, 21esimo Andrea Locatelli, 22esimo Matteo Ferrari, 24esimo Alessandro Tonucci, 28esimo Luca Marini, autore anche di una scivolata alla penultima curva. Chiude il gruppo il nostro Francesco Bagnaia. Da segnalare, tra le cadute, anche quella di Florian Alt e di Ana Carrasco.

 


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti