Tu sei qui

SBK, Q2 bagnate, Ducati fuori dalla Superpole

Impossibile migliorare i tempi della Q1, la maggior parte dei piloti resta ai box

La seconda sessione di qualifiche della Superbike a Istanbul è servita solo per provare gli assetti da bagnato, dal momento che un pioggia in progressivo aumento ha impedito ai piloti di migliorare i tempi della Q1.

Questo significa, innanzitutto, che nessuna Ducati prenderà parte alla Superpole. Un risultato inaudito, influenzato dagli infortuni di Carlos Checa e MaxNeukirchner (fratture rispettivamente di scafoide e metatarso), oltre che dagli acciacchi di Ayrton Badovini che, viste le condizioni atmosferiche (sarebbe stato difficile qualificarsi, con tempi sul giro oltre venti secondi più alti che sull'asciutto), ha preferito non correre rischi e tenere a riposo la caviglia sinistra gonfia a causa di un'estensione dei legamenti.

I pochi piloti a scendere in pista, oltre alle due wild-card turche Uprak e Ercelik, sono stati Giugliano, Sykes, Laverty ed Elias. I primi due hanno solo effettuato il cosiddetto "shakedown", mentre l'irlandese e la new entry proveniente dalla Moto2 hanno percorso una manciata di tornate per prepararsi ad un'eventuale Superpole bagnata nonostante le condizioni meteo siano in miglioramento.

Per la cronaca, la classifica della Q1, valida per l'accesso alla Superpole, vede Guintoli, Melandri e Laverty nelle prime posizioni (unici a girare sotto 1'57). Seguono Sykes, Elias, Cluzel, Davies, Giugliano, Haslam, Fabrizio, Aitchison, Sandi, Iannuzzo, Uprak ed Ercelik.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti