Tu sei qui

MotoGP, Dovi: nuovi scarichi? Buoni per la bagarre

"Più silenziosi, senti meglio le altre moto, e vibrano meno. Ma i difetti rimagono"

I piloti non avevano fatto grossi proclami alla vigilia, e la prima giornata di prove libere della MotoGP a Misano non ha riservato grosse sorprese a Ducati. La squadra ufficiale di Borgo Panigale ha chiuso rispettivamente all'ottavo e dodicesimo posto con Andrea Dovizioso e Nicky Hayden. Il forlivese non è comunque lontano dalla vetta, dalla quale lo separano sette decimi, aiutato anche dai nuovi scarichi della D16.

"Avevo fatto un piccolo test in precedenza, ma oggi era la prima volta con i nuovi scarichi – ha dichiarato Dovi – Il suono è migliore, è più silenzioso e prima non riuscivi a 'sentire' il motore ai massimi angoli di piega, ma la guidabilità non cambia sostanzialmente. Ti aiuta a sentire meglio gli altri piloti quando sei in bagarre, una cosa che potrebbe aiutare nelle fasi decisive di una gara".

Quando arriveranno altre migliorie?

"Non vedo grosse possibilità di fare grandi cambiamenti entro la fine di questa stagione. Stanno tutti lavorando molto, ma non si fanno miracoli".

Che vantaggio ti hanno dato i test fatti qui in precedenza?

"Scarso, oggi le temperature erano più basse di quanto abbiamo provato, ed accusavo più vibrazioni sull'anteriore. Le sensazioni erano diverse, ma i tempi sul giro non cambiano più di tanto. Come mi aspettavo, il passo dei primi può scendere tranquillamente sotto 1'34 domani. Mi piacerebbe girare costantemente sotto 1'35, ma non sarà facile".

Che cosa vi penalizza di più?

"La pista è stretta e lenta, e non puoi giocare molto con le traiettorie e tirare giù dei secondi. Quando provo a spingere di più in fase di percorrenza, rischio di perdere l'anteriore".

Ti dà fastidio che Pirro abbia girato leggermente più veloce di te?

"No, Michele è un pilota veloce ad ha molti chilometri sulle spalle su questa pista. Ha provato per circa dieci giorni qui, per me non è un problema e comunque, e in gara può succedere di tutto".

Che ne pensi invece del nuovo cambio portato da Yamaha?

"Ho seguito Lorenzo per un giro ma ero così al limite che non mi sono accorto di niente (risate)".

Non altrettanto soddisfatto Nicky Hayden, ultima Ducati in classifica a + 1.231.

"Ovviamente non posso ritenermi contento della mia giornata, ma credo che domani potremo migliorare parecchio – ha detto l'americano – Ci sono alcuni tratti della pista dove perdo abbastanza, soprattutto nei cambi di direzione, ma in altri settori vado piuttosto bene".

Molti piloti si sono lamentati delle buche…

"L’asfalto in alcuni tratti è un po’ irregolare, ma lo sapevamo già. Non sono soddisfatto della mia ultima uscita del pomeriggio perché ho fatto alcuni errori. Il mio tempo ideale sul giro è di mezzo secondo più veloce, quindi sono fiducioso per domani".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti