Tu sei qui

SBK, Checa: scafoide KO, altro stop

Altra tegola per Ducati, out anche Neukirchner. Badovini e Camier ai box per precauzione

Si è trattata di un debutto col botto per la Superbike a Istanbul Park, ma non nel senso che in molti si auguravano alla vigilia. Dopo essere caduti durante la prima sessione di prove libere, Carlos Checa, Ayrton Badovini, Leon Camier e Max Neukirchner non hanno preso parte alla Q1.

Checa e Badovini sono caduti rispettivamente alla curva 2 e 12. Lo spagnolo ha riportato una sospetta frattura allo scafoide e non scenderà più in pista nel prosieguo del fine settimana. Badovini ha invece rimediato una contusione con stiramento della caviglia sinistra. Il biellese rimarrà ai box oggi per consentire alla caviglia di sgonfiarsi, mentre dovrebbe tornare regolarmente alle competizioni domani. Badovini sarà però l'unico a difendere i colori di Borgo Panigale, dal momento che Neukirchner ha fratturato una mano nella caduta.

Per quanto riguarda invece Camier, il britannico è tuttora all'ospedale per per controlli ma la prima diagnosi sembra indicare un metatarso rotto nel piede destro, oltre che contusioni alla caviglia e tibia. Ulteriori esami medici decreteranno la sua abilità o meno a partecipare ai prossimi turni.

Questo significa che, aggiungendo al loro forfait quelli di Jonathan Rea (femore rotto in Germania) e Loris Baz (problemi alla vertebre che necessitano ulteriori controlli), il conto dei piloti in pista scende così a quindici, due dei quali sono wild-card locali. Davvero poco, soprattutto per un campionato che faceva del numero dei partecipanti il proprio fiore all'occhiello. Urge correre ai ripari.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti