Tu sei qui

MotoGP, Hayden: da Noale alla Panigale

Dopo una visita in Veneto, Kentucky Kid fa 30 giri al Mugello tra sorrisi ed una scivolata

Nicky Hayden non si sta facendo mancare nulla. Complice il fatto che i posti in team ufficiali fossero blindati (eccetto il suo, ovviamente) fino al 2014, l'americano ha trasformato un potenziale problema in opportunità. In procinto di finire un soggiorno quinquennale nella la Casa di Borgo Panigale, Kentucky Kid ha cominciato a fare le valigie ma non ha ancora deciso la sua nuova destinazione. Le opzioni, comunque, non gli mancano: dal team di Cecchinello su Honda PR alla CRT di Aspar, passando per la M1 2013 del team Forward e l'esodo in SBK, l'ex-campione del mondo è stato al centro del mercato estivo. Le vacanze sono però finite, e si avvicina il momento di una firma. Perché quindi non provare con mano la merce?

È esattamente quello che è successo oggi al Mugello, dove Hayden ha provato la Panigale. Una trentina di giri in tutto, approfittando delle buone condizioni atmosferiche, durante i quali è anche incappato in un'innocua scivolata. I tempi rimangono top-secret, così come il termine massimo dato da Ducati ad Hayden per accettare o meno l'offerta, che comunque c'è e pare sia abbastanza cospicua. In ogni caso, l'americano si è detto abbastanza soddisfatto della prova.

La Casa italiana vuole a tutti i costi uscire da una situazione tutt'altro che invidiabile, in crisi di risultati sia in MotoGP che SBK. Riguardo a quest'ultima, con Checa tentato da Kawasaki, Ducati necessita di un pilota veloce (anche come collaudatore), paziente, e dall'elevato valore di marketing. Un identikit che corrisponde abbastanza fedelmente a quello di Hayden. Che però temporeggia, e nei giorni precedenti ha fatto qualche corsetta nei dintorni di Noale (come mostra la mappa condivisa – maldestramente? – su @MapMyRun). La "Dolce Vita" dell'americano potrebbe non finire qui.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti