Tu sei qui

SBK, Rea come Rocky, ma in stampelle

Il pilota, operato, è sulla via di casa. Buone notizie anche da Baz

Buone notizie dal bollettino medico della Superbike dopo gli incidenti di sabato e domenica: Jonathan Rea, che ha riportato la frattura del femore sinistro in una violenta scivolata alla curva 8 in gara 1 a causa di olio in pista, è stato operato con successo ed ha già lasciato la clinica.

"Grazie per tutti i messaggi di incoraggiamento – ha twittato il pilota Honda – Mi danno davvero la motivazione per continuare a lottare", aggiungendo una foto che lo ritrae in posa da vincitore con le stampelle in mano.

Notizie incoraggianti anche da parte di Loris Baz, che aveva riportato la frattura di due vertebre durante la Superpole ed era stato costretto a saltare entrambe le manche. Il francese di Kawasaki, senza entrare troppo nello specifico, ha detto che la situazione è meno grave del previsto.

Se per lui è auspicabile un rientro già a partire dalla Turchia (tra due settimane), per Rea i tempi di recupero vanno dalle 6 alle 8 settimane. Il numero 65 dovrà quindi decidere se partecipare alle ultime gare in condizioni precarie o rimettersi completamente in sesto in vista del prossimo anno.

Nota a margine: entrambi sono in scadenza di contratto. Baz non ha ancora avuto una risposta da Kawasaki, originariamente prevista per sabato sera, ed anche Rea sta temporeggiando in attesa di ricevere offerte concrete da nuove squadre, dopo che Honda gli ha già messo un contratto nero su bianco. In attesa di saperne di più anche su Polzer e Camier, in bocca al lupo ad entrambi per una pronta guarigione!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti