Tu sei qui

SBK, Gobmeier: Hayden, resta con noi!

Test per convincerlo alla sfida Panigale. "In SBK da protagonista"

Nato con buone speranze dovute all'arrivo di un partner importante come Audi, il 2013 verrà ricordato (almeno è ciò che si augura l'azienda) da Ducati come un anno da dimenticare. Ai dolori della MotoGP facevano da contraltare le gioie in Superbike, ma al momento la Casa di Borgo Panigale è in seria difficoltà in entrambi i campionati. Oltre ai problemi tecnici, si aggiunge quello di convincere piloti di livello ad accettare una sfida ostica. Lo sa bene Bernhard Gobmeier, general manager di Ducati Corse, che dopo aver finalizzato la formazione in MotoGP sta valutando i prossimi titolari in SBK. Il tedesco ha però le idee chiare almeno su un nome.

"Nicky Hayden è ancora un nostro pilota, ed è logico fargli provare la Panigale visto che ancora non ha deciso il proprio futuro – ha dichiarato Gobmeier al Nürburgring, alludendo ai test in programma per l'americano mercoledì prossimo al Mugello sulla SBKÈ con Ducati da cinque anni, è parte della famiglia, e vorremo che continuasse ad esserlo nonostante la decisione di puntare su Crutchlow in MotoGP".

L'idea piace anche agli organizzatori, alla ricerca di personaggi di punta per ravvivare l'interesse mediatico delle derivate di serie.

"Dorna ha un piano di sviluppo per la SBK – ha dichiarato Gobmeier – Hayden è un nome conosciuto, oltre che un pilota di qualità. Senza considerare che, dal punto di vista del marketing, è una delle persone più disponibili che ci siano".

L'americano in effetti ha mosso i primi passi con questo tipo di moto, e potrebbe puntare all'impresa di conquistare il titolo in entrambi i campionati, fin qui mai riuscita.

"Nicky è in grado di guidare diverse moto e con diverse gomme. Inoltre, è un ottimo collaudatore. La sua presenza sarebbe un valore aggiunto, anche se si troverebbe ad avere a che fare con problematiche diverse: in MotoGP è la ciclistica a darci problemi, in SBK la potenza".

Al momento, tuttavia, il cachet rimane l'argomento più convincente a favore di Ducati nel tavolo delle trattative, ed Hayden sembra più propenso a salire sull'Aprilia in MotoGP.

"Sappiamo dove intervenire, il problema sono le nostre risorse. Siamo un'azienda piccola rispetto ai nostri concorrenti, e l'unica insieme ad Aprilia a competere in entrambi i campionati. In ogni caso abbiamo già dei buoni piloti. Il valore di Checa non è in discussione, gli ho parlato seriamente. È chiaro che sia lui che la moto possono puntare a risultati migliori".

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti