Tu sei qui

SBK, WUP: Sykes svetta nel gruppo

Il britannico comanda 12 piloti in nove decimi. Giugliano primo italiano, quarto

Aveva detto che la prima fila gli bastava, ma Tom Sykes non si è accontentato nel WUP della Superbike al Nürburgring, dove ha siglato la classifica dei tempi con un 1'54.639 non lontano dal giro record fatto da Davies nella QP2 nonostante le temperature più fredde dell'asfalto. Il britannico, che si era detto soddisfatto del proprio passo in ogni condizione atmosferica, ha preceduto di misura Laverty e Baz (al centro medico dopo una brutta caduta sul finale), mentre Giugliano è quarto e primo degli italiani.

LA CRONACA – Cielo sereno dopo la pioggia di ieri e temperature ancora fredde (15 gradi), ma i tempi non sembrano risentirne. Baz apre subito con un 1'55.0, così come Rea e Giugliano. Come già visto in libere e qualifiche, i distacchi sono minimi con ben 11 piloti in un secondo. Soffre invece la Ducati, regina della pioggia durante la Superpole di ieri con Badovini, che si piazza ai margini della zona punti insieme a Checa.

Baz continua a fare la lepre, scendendo per primo sotto 1'55, ma è il suo compagno Sykes a tirare il primo graffio profondo in 1'54.6, quattro decimi più lento del miglior tempo fatto registrare in qualifica da Davies. Tra le due Kawasaki si inserisce sul finale anche Eugene Laverty, che partirà dalla dodicesima posizione. Ottimo turno anche per Davide Giugliano, che partirà alle spalle del pilota di Toomebridge dopo una Superpole complicata sul bagnato, che sigla un 1'54.7 che gli vale il quarto tempo e lo lascia ben sperare per una gara in rimonta.

La classifica dei tempi vede i primi dodici piloti in nove decimi. In quinta posizione, Rea precede Melandri e Davies, ultimi piloti sotto 1'55. Seguono Camier, Guintoli, Haslam, Fabrizio e Cluzel. Brutta caduta per Baz, protagonista di un high-side e visibilmente dolorante al ginocchio dopo una violenta scivolata nella via di fuga. Il francese, trasportato al centro medico per controlli, ha lamentato qualche dolore alla schienama dovrebbe prendere parte regolarmente alle gare.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti