Tu sei qui

SBK, FP2: gli outsider ammiccano alla Superpole

Nürburgring: Baz e Haslam al top, poi Sykes, Fabrizio e Melandri

Loris Baz ci ha preso gusto. Apparso in grande spolvero fin qui al Nürburgring dopo la vittoria in Gara 2 a Silverstone, il francese sta facendo di tutto per convincere Kawasaki a prolungargli il contratto, come dimostra il primo tempo fatto registrare nella seconda sessione di prove libere con un 1'54.341.

Il 20enne transalpino ha preceduto un sorprendente Leon Haslam (+ 0.151) ed il solito Tom Sykes (+ 0.248), che è rimasto in pista a lungo marcando il passo di riferimento (1'55 netto).

Prosegue anche la buona forma di Michel Fabrizio, quarto a + 0.328, che ha preceduto Marco Melandri (+ 0.484), Sylvain Guintoli (+ 0.518), Leon Camier (+ 0.552) e Jonathan Rea (+ 0.581). Visti i distacchi – i primi dieci piloti in sette decimi – la Superpole si preannuncia particolarmente imprevedibile. Anche a causa del meteo, che si è fatto progressivamente più minaccioso, con le prime timide gocce di pioggia a cadere proprio alla fine delle libere della SBK.

Da non escludere dalla partita nemmeno Chaz Davies, decimo a causa di una scivolata sul finale quando era uscito con gomma nuova, e Davide Giugliano, undicesimo ma circa otto decimi più lento che al mattino. Non sembra invece in grado di risalire la china Carlos Checa, quattordicesimo (+ 1.720) ed ancora non in grado di abbattere il muro dell'1'56. Il distacco, rispetto alla QP2, è diminuito. Lo spagnolo rimane però condannato a partire dalla diciottesima posizione.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti