Tu sei qui

MotoGP, Lorenzo vs Marquez: non ho nulla da perdere

Marc: "nessuna pressione, già felice della mia stagione". Pedrosa: "penso solo a me stesso"

L’obiettivo è solo uno: fermare Marquez. Il metodo però è ancora avvolto nelle nebbie del dubbio. Marc e la Honda formano un’accoppiata con punti deboli difficili da trovare e a Silverstone quello a partire con i favori del pronostico è sempre lui. “Non mi interessa fermarlo, mi basta stargli davanti” scherza Lorenzo. “Sulla sua moto non posso salire per bloccarlo, quindi posso solo concentrarmi su di me. Per essere il più veloce possibile”, punta sul pragmatismo Pedrosa.

La pista di Silverstone potrebbe non cambiare i valori in campo, perché se è vero che è storicamente territorio di caccia Yamaha, la Honda sembra avere fatto passi da gigante. “Non ho nulla da perdere, quindi proverò a vincere anche se questo è un GP come un altro – afferma Jorge Non mi rimane che concentrarmi sulla gara. Non avremo il cambio seamless neanche qui e mi aspettavo di essere a un livello migliore. Gli ingegneri stanno lavorando e io mantengo intatte le mie motivazioni, ci sono cose peggiori nella vita”.

La prende con filosofia il campione in carica e dall’altra parte Marquez appare una roccia. “Posso già dirmi felice della mia stagione, comunque andrà a finire – spiega – Non mi aspettavo di essere in testa al campionato, diciamo che è una gran bella sorpresa, e non so se riuscirò a continuare a vincere. Se i risultati verranno bene, altrimenti non ne farò un dramma. In questo senso non sento alcuna pressione”. Il pilota che sta riscrivendo la storia del motomondiale dorme fra due guanciali. Non è lui a dovere attaccare, ma i rivali. “So solo che qui e in altre piste potrebbe non essere così facile ripetermi – aggiunge – In Moto2 a Silverstone ho sempre fatto fatica, però penso che con la mille sarà divertente guidare qui”.

Vorrebbe rendergli la vita difficile, in primis, il suo compagno di squadra. Le mie condizioni fisiche sono migliorate. Già a Brno ho potuto lottare per la vittoria ed è stato importante per il morale e la mia squadra. Inoltre ho ripreso ad allenarmi più intensamente” la prende alla lontana Dani Pedrosa. Il catalano è come al solito di poche parole. “Spostare la gara ad agosto è stata una buona scelta, non avremo problemi a scaldare le gomme nei turni della mattina e il tempo promette bene – dice – Siamo tornati alla ‘vecchia’ partenza, ma non cambia nulla, le curve sono sempre le stesse”.

Questi i tre favoriti, ma c’è spazio anche per un outsider. “Questa gara sarà la migliore occasione per Crutchlow di vincere” ha predetto Hervé Poncharal, suo team manager. “Lo ringrazio per la fiducia – scherza Cal – Non so se sia la migliore ma sicuramente avrò buone possibilità”. Il fattore campo gioca a suo favore e lo scorso anno arrivo 6° al termine di una gara eroica in seguito a un infortunio alla caviglia rimediata nelle libere. “Anche nel 2011 caddi – ricorda – Due stupidi errori. Questa pista piace a molti piloti e non è mai facile correre quando le aspettative sono alte. Ma ci proverò, devo solo ritrovare un po’ di confidenza con la moto. Non avremo tempo di lavorarci bene fino ai test di Misano, ma ho tutto per risolvere comunque i problemi anche in questo fine settimana”.

La lista di pretendenti al podio si allunga.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti