Tu sei qui

MotoGP, WUP: Rossi baluardo contro le Honda

Brno: Pedrosa e Marquez in testa, Rossi e Lorenzo inseguono a un decimo. Dovi 10º

Un cielo grigio ha accolto i piloti della MotoGP, in pista a Brno per la consueta sessione di rifinitura del mattino. Le temperature leggermente più basse dell'asfalto non hanno impedito ai piloti della classe regina di girare con tempi in linea con i migliori riferimenti delle prove libere. Dopo diversi turni effettuati con cautela, Dani Pedrosa si è portato sotto i riflettori con un 1'56.515, piegando per soli tre millesimi il compagno di squadra Marc Marquez. Una doppio colpo importante a poche ore dalla gara (che partirà alle 13), con i due spagnoli che si dividono equamente le spoglie: Marquez è il riferimento nel T1 e T2, Pedrosa nel T3 e T4.

Ad alzare la guardia è Valentino Rossi, finalmente primo su Yamaha dopo essere stato l'ultimo su M1 in qualifica ieri. Il "Dottore" ha chiuso a 0.098 (27 millesimi più rapido di Lorenzo, quarto), mostrando un passo intorno a 1'57 netto, un paio di decimi più lento di quello di Pedrosa e Marquez.

LA CRONACA – Lorenzo apre le ostilità con un 1'57.2 e Rossi prova a rispondergli con solo un decimo di ritardo, mentre Pedrosa "roda" le gomme da bagnato per poi uscire con quelle da asciutto.

La coppia Yamaha continua a fare da apripista, con Marquez a guidare gli inseguitori staccato inizialmente di circa mezzo secondo. Il ritmo, nonostante le temperature più basse, resta intorno al 1'56 alto e, come già accaduto nelle libere, Lorenzo e Marquez sono i più costanti. Pedrosa, Rossi, Crutchlow e Bradl non sono lontani, mentre Bautista (che partirà dalla seconda posizione in griglia) stenta ad abbattere il muro del 1'57. Continuano invece a navigare ai margini della Top 10 le Ducati, con Hayden questa volta a guidare il plotone rosso grazie anche ad un bel giro lanciato sfruttando i riferimenti di Marquez. Qualche problema di troppo per Dovizioso, quasi un secondo più lento del compagno di squadra in decima posizione.

Negli ultimi minuti, Pedrosa si riporta al comando con un tempo di soli tre millesimi più rapido di quello del suo compagno di squadra, mentre Rossi marca un 1'56.6 d 27 millesimi più veloce del tempo di Lorenzo. Solo un decimo separa i primi quattro.

I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti