Tu sei qui

Moto3, Indy: dominio spagnolo, vince Rins

Marquez e Viñales a podio, quinto il leader Salom. Fenati nono in rimonta

Alex Rins, partendo dalla pole, ha centrato a Indianapolis la seconda vittoria consecutiva in Moto3 davanti a Marquez e Viñales, accorciando la  classifica iridata anche in considerazione del quinto posto del leader Salom, rallentato da una caviglia malconcia. Fenati migliore italiano, nono.

LA CRONACA – Dopo un breve ritardo a causa di problemi col semaforo, Sissis e Miller si portano in vetta sfruttando un breve "fuori pista" del polena Rins dopo poche curve. L'unico italiano nella Top 15 è Antonelli, tredicesimo.

Dopo i primi giri, Viñales guida un terzetto di KTM leggermente staccato dagli inseguitori insieme a Marquez, Rins e Sissis. Il capo-classifica Salom guida il secondo gruppo, mentre Miller (clavicola fratturata con high-side) e Baldassarri (scivolata innocua) sono costretti ad abbandonare la gara per cadute. Gara in salita per l'intera pattuglia italiana, che fatica ad entrare nella zona punti. Antonelli è sedicesimo davanti a Fenati e Tonucci, Bagnaia ventunesimo, Ferrari ventisettesimo.

Dopo aver fatto registrare il giro veloce in gara – 1'47.392 – Rins prova ad allungare ma il terzetto gioca di attese, forte di un vantaggio di oltre quattro secondi sugli inseguitori guidati da Folger e Sissis.

Un errore di Viñales, che rischia un high-side a dieci giri dal termine, lascia i compagni di squadra Rins e Marquez soli al comando. Dietro a loro, Folger, Salom e Sissis si giocano la "medaglia di legno". Il primo italiano in classifica è Fenati, dodicesimo, mentre si ritira per problemi tecnici il suo compagno di squadra Bagnaia.

Gara insolitamente povera di sorpassi, con Rins che difende la prima staccata all'inizio dell'ultimo giro e sfrutta la sua fluidità per centrare la terza vittoria stagionale e seconda consecutiva (dedicata alle vittime dell'incidente ferroviario a Santiago de Compostela) davanti a Marquez e Viñales. Quarto Folger davanti a Salom, Sissis, Khairuddin e Oliveira. Nono Fenati, primo degli italiani ed autore di una seconda parte di gara in crescendo. Primi punti iridati per Ferrari, quindicesimo davanti ad Antonelli.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti