Tu sei qui

MotoGP, Marquez, marcia trionfale nel Warm Up

Crutchlow a 3 decimi, Pedrosa e Lorenzo a 4. Migliora Rossi ma resta lontano

Preciso come il meccanismo di un orologio svizzero, Mar Marquez ha fatto suoi anche gli ultimi 15 minuti di Warm Up prima della gara. Con la ormai consueta naturalezza, il piccolo diavolo di Cervera ha scorrazzato ancora una volta sull’asfalto di Indianapolis scavando un solco fra lui e tutti e suoi avversari. Il numero 93 è stato l’unico a riuscire a scendere sotto il muro di 1’39”, e l’ha fatto per ben due giri, il migliore in 1’38”776.

L’unico che ha provato a resistergli è stato Cal Crutchlow, che ha portato la sua Yamaha in seconda posizione ma comunque a più di tre decimi. Vicini l’uno all’altro Dani Pedrosa e Jorge Lorenzo, con il pilota Honda 3° e davanti per 27 millesimi. Entrambi però hanno preso più di 4 decimi da Marc.

Dietro di loro, il solco diventa un burrone. Stefan Bradl è 5° a 0”847, Valentino Rossi è andato meglio di ieri, ma il quasi secondo di svantaggio non lascia grandi speranze in ottica gara. A parziale consolazione, è riuscito a mettersi alle spalle almeno questa mattina Bautista, Smith e Hayden nell’ordine.

Dietro all’americano le altre due Ducati di Dovizioso e Iannone, davanti alla ART di Espargaro, che dopo la caduta di ieri correrà con la mano sinistra gonfia ma senza fratture. Tredicesimo tempo per Claudio Corti, secondo fra le CRT, mentre Petrucci ha chiuso 16°.

Alla fine del warm up Karel Abraham, sofferente per la brutta botta rimediata in prova a spalla e piede ha deciso di non prendere parte alla gara.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti