Tu sei qui

Moto3, Gresini tradisce la Honda per Antonelli

Nel 2014 in Moto3 con KTM e una struttura separata. Baldassarri passa in Moto2

Gresini ed Honda rappresentano un un binomio inscindibile. Sin dall'inizio della carriera di team manager, l'ex campione del mondo è stato partner affidabile e federe della Casa giapponese. Qualcosa, però, sta cambiando: non per quello che riguarda i rapporti in MotoGP dove, anzi, Fausto ha già prenotato una Honda Production da affiancare, nel 2014, alla RCV di Alvaro Bautista, e che vorrebbe affidare alle mani di Scott Redding.

L'aria nuova si respira nella classe più piccola, dove l'anno prossimo Niccolò Antonelli e compagno affronteranno il campionato in sella ad una KTM. “Però, non considerate il team come siete stati abituati fin'ora, ossia come parte integrante della impresa Gresini” afferma Fausto. “Sarà una attività separata, che gareggerà per il nome ed i colori dello sponsor. Per quello che mi riguarda, la mia immagine continua ad essere quella di un uomo-Honda. Cambiare registro, però, è stato inevitabile”.

Inevitabile perché perché la Honda non ha ancora comunicato la decisione riguardo la propria presenza nel 2014 in Moto3 (un nuovo motore? il solito motore? un ritiro dalla categoria?) mentre Gresini e lo sponsor, che vanta un rapporto stretto con papà Antonelli, avevano assoluta necessità di pianificare il proprio futuro. Anche perché si tratta di una scelta operata da Gresini tra altre scelte: per esempio, trasferire il reparto corse MotoGP da San Clemente, nell'entroterra di Misano, ad Imola, la città dove è nato. Il team di Moto2 e la nuova squadra di Moto3 rimarranno, invece, dove già sono.

Nella categoria maggiore Fausto continuerà ad avvalersi di Bautista, come previsto dal contratto in essere, per la Production si affiderà a Redding, e in Moto 2 intende far debuttare Baldassarri, a cui vuole affiancare (parole sue) “un top rider. In Moto3, Antonelli + X.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti