Tu sei qui

MotoGP, Spies out a Indianapolis, Brno in forse

UPDATED Il pilota torna a Dallas per curare la spalla lussata. Incerti i tempi di recupero

Non sembra esserci fine al calvario di Ben Spies. Rientrato dopo sette GP di assenza ed una lunga riabilitazione alla spalla destra, l'americano ha riportato la lussazione della spalla sinistra durante il terzo turno di prove libere a causa di un high-side alla curva 4.

Dopo un consulto con il personale del centro medico, il pilota del team Pramac Ducati ha deciso di recarsi a Dallas per farsi visitare dal medico che ne ha seguito la riabilitazione già dopo l'infortunio dello scorso anno a Sepang, e di conseguenza non prenderà parte alla gara di domani.

Resta in dubbio la sua partecipazione a Brno, e molto dipenderà dalla sua decisione se operarsi o meno. Sicuramente le tre gare consecutive in calendario non aiutano la causa del texano, che lascia quella che doveva essere la gara della rinascita davanti al pubblico di casa con il fisico ed il morale in cattive condizioni.

 

UPDATED: La squadra ha preso abbastanza male l'ennesimo incidente di Ben. "Dobbiamo smettere di parlare di sfortuna - ha detto il team manager Francesco Guidotti - non voglio puntare il dito sul pilota, ma questo genere di problemi non si risolve da solo. Ben è entrato e nelle prime tre curve è andato piuttosto piano, poi ha aperto il gas in un punto sporco ed è andato in terra, ma senza nemmeno accennare ad un controllo". Dal canto suo Spies è apparso molto abbattuto.

"Ci sono già passato - ha detto il texano - è una separazione di terzo grado (su una scala di sei N.d.R.). Non so ancora se dovrò operarmi, ma è una situazione che richiede dalle tre alle quattro settimane per il recupero".

Ricordiamo che Ben Spies ha un contratto biennale con la Ducati, ma a questo punto potrebbe convenire ad entrambi non proseguire il rapporto.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti