Tu sei qui

Moto2, Espargaro imprendibile nella FP3

Indianapolis: Redding 2° davanti a Torres, sesto tempo per Simone Corsi

La caduta di ieri è solo più un ricordo, Pol Espargaro questa mattina a Indianapolis non ha sbagliato nulla e nei minuti finali del turno ha piazzato un tempo che ha messo tutti i suoi avversari a debita distanza. Lo spagnolo del team Pons ha fermato il cronometro sul 1’43”273 e l’unico che è riuscito ad avvicinarlo è stato il suo più acerrimo rivale, Scott Redding. L’inglese, dopo un inizio turno a rallentatore, ha cambiato passo nel momento decisivo. Pol è rimasto però a distanza di sicurezza, con 0”364 di vantaggio. Il terzo, Jordi Torres, è già a oltre quattro decimi.

Espargaro ha fatto la vera differenza in pista, perché a parte lui tutti gli altri piloti sono vicinissimi, basti pensare che da Redding, 2°, a Kent, 18°, c’è poco più di un secondo. Il quarto tempo è andato a Terol, Rabat è 5° davanti al nostro Corsi. Simone è partito benissimo, ma non è riuscito a essere incisivo come ieri nel finale e di è dovuto arrendere a Rabat per appena 6 millesimi. Il distacco dalla prima fila ‘virtuale’ è però ridotto, poco più di due decimi.

Nei primi dieci sono finiti anche Nakagami, 7° davanti a Luthi, Zarco ed Elias. Più indietro invece Mattia Pasini, 15° con lo stesso tempo identico al millesimo di Krummenacher, davanti a lui. Anche Kallio, 12°, e Schrotter, 13°, hanno lo stesso tempo. Sfortunato Alex De Angelis, 21° e fermato da un problema tecnico prima della fine del turno.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti