Tu sei qui

Moto2: Corsi risveglia l'Italia a Indy

FP2: miglior tempo del romano a caccia del 2º podio consecutivo, poi Redding e Rabat

Non si è trattato di una stagione facile fin qui per il tricolore in Moto2, ma sembra che il vento stia cambiando. Dopo aver realizzato il quarto tempo nella sessione del mattino, Simone Corsi ha confermato il proprio stato di forma chiudendo in prima posizione il venerdì della Moto2 a Indianapolis con un 1'43.683 realizzato negli ultimi secondi utili. Il poliziotto romano, reduce dal secondo posto in Germania, ha preceduto rispettivamente di 0.294 e 0.339 Scott Redding e Tito Rabat, che ha vestito i panni di generale del team Pons dopo una brutta caduta, senza conseguenze fisiche, di Pol Espargaró.

Solo quindicesimo il futuro pilota del team Tech3, protagonista di un violento high-side alla curva 16 e costretto a riportare la Kalex del team Pons ai box senza cupolino e con il manubrio piegato. Una battuta di arresto che non gli facilita la rincorsa in campionato, dove insegue Redding a 23 lunghezze di distanza.

Turno positivo per Johann Zarco, che si affaccia nella Top 5 in quarta posizione (+ 0.410) davanti ad un sorprendente Marcel Schrotter (+ 0.505) che ha comandato la classifica dei tempi fino ai minuti finali. Perde posizioni invece Takaaki Nakagami, da primo a sesto (+ 0.555) davanti a Nico Terol, Thomas Luthi, Julian Simon e Mika Kallio. È andata anche peggio a Mattia Pasini, secondo nella FP1 ma scivolato in diciassettesima posizione (+ 1.170) ed un decimo più lento che nel turno precedente nonché unico a non essersi migliorato.

I tempi:


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti