Tu sei qui

La Honda spinge per Hayden in MotoGP

Potrebbe guidare la 'Production Racer' nel team di Cecchinello se si trova lo sponsor

Nicky Hayden è vicino al suo sogno di rimanere in MotoGP. Attualmente il pilota americano ha due possibilità: la Yamaha 2013 con elettronica Marelli e software Dorna, con quel che ne consegue in termini di litri e motori, oppure la Honda Production Racer.

Se la M1 in 'versione 2014' sarà la moto attuale adattata alle nuove regole, la produzione della Honda PR al contrario è prevista per fine ottobre, quando sarà fatta provare nel primo test di novembre a Valencia. Naturalmente la moto già gira in Giappone e nel prossimo test la valuterà proprio Casey Stoner.

Nel primo caso Kentucky Kid approderebbe al team Forward, nel secondo in un team Honda di primo piano, addirittura sembra quello di Lucio Cecchinello, anche se l'ex pilota ha affermato recentemente di non avere il budget per raddoppiare la squadra.

A spingere per questa opzione è nientemeno che l'HRC stessa, che non ha dimenticato il titolo vinto assieme a Nicky nel 2006. L'operazione potrebbe andare in porto addirittura entro la prossima settimana ed essere ufficializzata entro il GP di Brno.

I rapporti fra Hayden e la casa giapponese sono infatti rimasti ottimi, tanto che senza fare troppo rumore i responsabili della Honda Racing Corporation stanno cercando i finanziamenti per far partire l'iniziativa che permetterebbe all'ex iridato di rimanere in MotoGP.

Nel frattempo è in via di definizione l'accordo fra Scott Redding ed il team Gresini, anche lui in predicato per guidare una Honda PR.

Al colosso nipponico interessa anche Aleix Espargaro, che attualmente in sella alla ART-Aprilia non ha rivali fra i piloti in sella alle CRT.

La Honda, infatti, vorrebbe far scendere in pista almeno quattro Honda PR ed al momento solo due sono certe, quelle di Gresini ed una prenotata dal team Cardion di Karel Abraham.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti