Tu sei qui

MotoGP, Ducati: Indianapolis pista favorevole

Dovizioso: "pista difficile per tutti". Hayden: "per me è un circuito speciale"

Indianapolis, questo fine settimana, sarà la tappa che riaprirà il campionato MotoGP dopo la pausa estiva e che darà il via a tre Gran Premi consecutivi. Per la Ducati sarà un altro fine settimana in cui stringere i denti, i piloti ufficiali e i collaudatori dopo Laguna Seca erano stati impegnati a Misano prima delle vacanze, ma non sono attese grosse novità negli Stati Uniti. La speranza è che il circuito dell’Indiana sia più favorevole alle Rosse di quello californiano.

Indianapolis è una pista un po’ particolare, con un asfalto che varia da curva a curva, ed è un tracciato difficile per tutti i piloti – avverte Andrea Dovizioso - Infatti l’anno scorso ci sono state tante cadute. Non so come si comporterà su questa pista la mia Ducati, non avendoci mai girato: nel passato non ho mai avuto molta fortuna a Indy, ma l’anno scorso sono riuscito a salire sul podio”.

Per Nicky Hayden sarà l’ultimo GP di casa, abita ad appena tre ore di auto, sulla Desmosedici e spera di regalare qualche soddisfazione ai propri tifosi. “E’ stato bello potersi riposare per un paio di settimane, ma adesso mi sto concentrando sulla seconda parte della stagione, e spero che ci darà più soddisfazioni della prima – le sue parole - Non posso negare quanto sia speciale per me il circuito di Indianapolis, perché è davvero la mia gara di casa. Il supporto dei tifosi di Laguna Seca è stato incredibile, e qui a Indy sono sicuro che sarà altrettanto intenso. Forse per noi questa pista potrebbe essere più favorevole delle ultime due, anche se è un tracciato difficile, con un paio di curve molto impegnative. Cercheremo di iniziare bene già da venerdì, di divertirci nel corso del weekend ed ottenere il miglior risultato possibile”.

Anche il team manager Vittoriano Guareschi condivide le speranze dell’americano. “Torniamo in una pista veloce dopo le ultime tre gare disputate in piste con rettilinei molto corti – spiega - Indy per Nicky è proprio la gara di casa, e sappiamo che vuole fare davvero bene qui, ma anche Andrea è molto motivato e dopo la gara di Laguna Seca vuole riscattarsi. Quella che ci aspetta è una tripletta molto importante, in tre piste ‘vere’ – Indianapolis, Brno e Silverstone – e quindi, a questo punto della stagione, siamo impegnati al massimo per cercare di ottenere dei risultati positivi”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti