Tu sei qui

SBK, Stock 600: Vittoria di Gamarino

Gara 2: vittoria dell'alfiere Go Eleven. Male il team Italia con le rain

Senza retorica ed eccessi, il motociclismo regala ancora una volta una piccola grande storia che commuove il paddock di Silverstone. Dopo la tragedia di Mosca, Andrea Corsini, meccanico del team Go Eleven, in una straziante e profonda intervista alla Gazzetta chiudeva cosi: "Abbiamo Christian Gamarino che sta facendo molto bene nell’Europeo Stock. Ho un grande sogno: aiutarlo a vincere. Perchè io sono sicuro: a Silverstone, noi vinciamo". In gara uno il giovane Christian aveva sfiorato la vittoria, mentre in gara due non ce n'è stata per nessuno.

Una vittoria figlia di una scelta delle gomme giusta, le slick, e di due sorpassi coraggiosi, decisi e puliti su Chesaux. "Oggi finalmente la posso dedicare ad Andrea. Il secondo posto di ieri non era abbastanza" le dichiarazioni del giovane pilota Go Eleven.

Un duello lungo nove giri, solitario, considerando come i due alfieri del team Italia siano usciti fuori dai giochi praticamente alla partenza. La scelta di utilizzare gomme rain si è rivelata fin da subito deleteria, tanto da lasciare in balia degli eventi Morbidelli (14esimo) e Nocco (23esimo). Terza posizione e primo podio in carriera per lo svizzero Mulhauser con la Yamaha R6, da sottolineare la quinta posizione di Salvadori. Con questi risultati, Bastian Chesaux sale in vetta al campionato (100 pti) , seguito proprio da Gamarino (92 pti), Morbidelli a 89 punti, e con Nocco quinto a 75 punti.


CRONACA DI GARA


Parte la gara della Stock 600. Tempo incerto dopo la bandiera rossa di gara 2, con scelte differenti. C'è chi parte con le rain come Morbidelli, chi gomme d'asciutto come Gamarino. 9 giri da compiere per 53 km totali


Partenza valida - parte male Gamarino, mentre i due del team Italia parte veloce con Morbidelli primo e Nocco secondo alla prima curva. Buon terzo Gamarino, dopo aver pattinato molto, ma nella parte asciutta della pista recupera subito. Chesaux nella zona più bagnata si infila in seconda posizione di cattiveria ma pulito. Gara confusa. Chi monta le slick per il momento ha azzeccato la scelta. Gamarino primo, Chesaux secondo.


2 giro - Chi ha montato le rain, come il duo del team Italia, per il momento ha completamente sbagliato la scelta. Gamarino e Chesaux prendono il largo. Salvadori sale in quarta posizione, davanti a Nestorovic e Morbidelli. Settima piazza per Nocco.

Chesaux si porta in vetta ma Gamarino è alla ruota.


3 giro - non piove più a Silverstone ed i tempi stanno cominciando a calare.


4 giro - Gamarino fa il record della gara e sorpassa Chesaux con un ingresso coraggioso alle esse veloci. Dietro Mulhauser è terzo a 3.3 secondi, con Nestorovic a un secondo dal podio.

Gamarino intanto prova ad allungare e passa sul traguardo con mezzo secondo pieno di vantaggio


5 giro - Da sottolineare il calvario di chi ha montato le rain con un ritardo al giro di circa 13 secondi. Morbidelli e decimo a 41 secondi dalla vetta, Nocco 19esimo. La pista è infatti completamente asciutta.


6 giro - Chesaux controbatte e guadagna tre decimi su Gamarino. Entrambi sono oramai imprendibili e hanno un'andatura costante con tempi sul 2'12.0-5. Sono tempi vicini a quelli stabiliti nelle prove


7 giro - Chesaux fa il giro più veloce della gara. Oramai è un'attesa per gli ultimi istanti della gara e attaccare. Chesaux infatti si fa vedere in staccata ma non forza. Curioso vedere come a centro classifica Thomas Vavrous, con gomme rain, abbia lunghi e fortissimi sbacchettamenti alla moto in rettilineo, quasi pericolosi.


8 giro - Gamarino arriva lungo e Chesaux passa in testa. Gamarino però sembra tenere il passo. Intanto Morbidelli è 14esimo.


9 giro - ultimo giro, Gamarino entra millimetricamente prima delle esse e passa primo. Chesaux prova dopo il rettilineo di ritorno, poi alla esse entra deciso. E' lotta aperta, e Gamarino si infila perentorio nello stesso punto dove Sofuoglu ha passato Lowes. Chesaux ci prova ma arriva lunghissimo e Gamarino vince per il team Go Eleven.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti