Tu sei qui

SBK, FP2: Laverty si candida alla Superpole

Silverstone: il pilota Aprilia unico sotto i 2'05, poi Sykes e Camier. Melandri 6º con caduta

I piloti della Superbike hanno ultimato gli ultimi dettagli in vista della Superpole (partenza alle 16 italiane) con una seconda e conclusiva sessione di prove libere a Silverstone. Confermando la crescita già mostrata nel turno del mattino, Eugene Laverty ha portato la sua Aprilia in vetta alla classifica dei tempi con un 2'04.895.

Il pilota di Toomebridge, unico ad abbattere il muro dei 2'05, ha preceduto altri due "anglofoni", Tom Sykes e Leon Camier, staccati rispettivamente di 0.501 e 0.536. Segue il leader della classifica Sylvain Guintoli, che nonostante la spalla non in perfette condizioni ha siglato il quarto tempo davanti a Loris Baz. Il passo di gara dei migliori dovrebbe assestarsi sul ritmo di 2'06 basso, ma molto dipenderà dall'usura degli pneumatici dopo i primi giri.

Migliora sensibilmente Marco Melandri, autore dell'undicesimo tempo nelle prove cronometrate ma in grado di limare sette decimi e chiudere con il sesto tempo (+ 0.964) grazie ad un  2'05.859 che è il suo primo passaggio sotto i 2'06. "Macio" è stato però protagonista di una scivolata in uscita dalla curva 15 che lo ha costretto a recarsi al centro medico per accertamenti. Il primo verdetto parla di dolori al collo ed una contusione al gomito ed il ravennate, la cui moto non ha riportato gravi danni, dovrebbe prendere parte alla Superpole senza particolari problemi.

Settimo tempo per Davide Giugliano (+ 0.974) che precede Rea, Checa, e Cluzel. Solo quattordicesimo Michel Fabrizio (+ 2.040), che ha siglato un tempo pressoché identico a quello della FP1 di ieri.

I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti