Tu sei qui

Melandri: Safety Commission per la SBK

"Primo meeting, passo importante". Domani minuto di silenzio per Antonelli

Con il ricordo ancora fresco della tragedia occorsa ad Andrea Antonelli a Mosca, è arrivato a Silverstone il primo passo verso la svolta auspicata da diversi piloti della Superbike, convocati in una riunione per dare vita ad una Safety Commission sulla falsariga di quella già all'opera in MotoGP.

L'obiettivo è quello di eleggere rappresentanti tra i piloti per discutere, ogni week-end di gara, eventuali aspetti critici per la sicurezza insieme agli organizzatori ed il personale di pista.

“Tornare in pista, dopo quello che è successo a Mosca, é la cura migliore per noi piloti – ha dichiarato Marco MelandriOggi ci siamo riuniti tutti insieme con l’organizzazione per scambiare le nostre impressioni e decidere se, da qui in avanti, ci incontreremo regolarmente per scambiare i nostri pareri per quanto riguarda la sicurezza, e questo è molto importante".

"La condizione dell’asfalto a Silverstone è abbastanza cattiva e abbiamo qualche difficoltà nell’assorbimento delle sconnessioni - ha proseguito Melandri parlando delle prove - Con le gomme usate ho buone sensazioni, mentre con le gomme nuove non riusciamo ancora a essere veloci. Continueremo a lavorare per migliorare la confidenza sulle sconnessioni e con le gomme nuove.  Secondo me la gara sarà lentissima e molto difficile, dopo i primi giri si vedrà. Sono comunque fiducioso, possiamo essere con i primi".

Intanto domani, alle 14 ora locale e 15 italiane, verrà osservato un minuto di silenzio in memoria di Andrea Antonelli, la cui moto raggiungerà la pit-lane insieme ai piloti delle varie categorie. Il suo posto verrà preso da Ivan Clementi, che aveva già preso parte a quattro gare della classe regina quest'anno e correrà con il numero 181.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti