Tu sei qui

MotoGP, Telaio Yamaha: una 'vecchia' novità

Il Deltabox 2013 già apparso fin dai test di Sepang dello scorso inverno

Recentemente sono apparse sulla stampa specializzata delle foto considerate 'esclusive' del nuovo telaio della Yamaha M1.

Peccato che GPone.com le abbia pubblicate, allora sì in esclusiva, già in occasione dei test invernali di Sepang.

Dalle immagini si evinceva l'evoluzione del concetto di Deltabox by Iwata con l'estremizzazione del disegno, con un 'delta' che da due travi discendenti si è trasformato quasi in uno scatolato che è andato ad avvolgere il motore nella parte anteriore.

Un disegno che per certi versi ricorda, ma solo ricorda, quello molto più estremo dello scatolato in carbonio con funzioni anche di airbox che era, di fatto, tutto il telaio della Ducati Desmosedici post titolo mondiale di Casey Stoner.

La grande differenza fra la Rossa e la Yamaha, in termini di dimensioni, la fa tutto lo schema del motore: il quattro cilindri in linea giapponese è infatti molto più compatto del quattro cilindri a L di 90° della casa di Borgo Panigale. Il che porta a differenze macroscopiche nel posizionamento dell'accessoristica.

I problemi che ne derivano sono quelli che la Ducati sta cercando di risolvere intervenendo sulle dimensioni del motore (è già stato rimpicciolito, anche se molti non se ne sono accorti) e riposizionato nel telaio. E ulteriori novità sono in arrivo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti