Tu sei qui

MotoGP, Pole a Bradl e prima fila tutta Honda

Marquez cade ed è 2°, Rossi 4° davanti a Crutchow e Lorenzo. Settimo Pedrosa

La pole position di Marc Marquez sembrava essere già scritta, invece una caduta con la seconda gomma gli ha fatto perdere l’ultima occasione per migliorarsi e ha offerto a Stefan Bradl un’occasione che ha sfruttato al meglio. Prima pole per il tedesco in MotoGP, con 17 millesimi di vantaggio su Marc, “potevo andare un po’ più veloce, con la seconda gomma ho provato sono entrato forse un po’ troppo forte e l’anteriore mi si è chiuso su una buca” ha ammesso lo spagnolo. Al settimo cielo Bradl: “è una sensazione fantastica, non me lo aspettavo”. A concludere la festa Honda il terzo tempo di Bautista, “ho lavorato molto bene e ho fatto una bella qualifica, senza nessuna scia”.

Le Yamaha si sono dovute accontentare della seconda fila, con Valentino Rossi 4° e non troppo lontano dalla pole che ha avuto ragione per soli due millesimi di uno sfortunato Crutchlow. Ottimo il 6° tempo di Lorenzo soprattutto visto il distacco sotto i 3 decimi dalla pole, mentre il 7° posto di Pedrosa è figlio di un distacco più elevato. Prima Ducati quella di Dovizioso: 8°.

Q1, PASSANO PEDROSA E DE PUNIET - Il protagonista annunciato del primo turno di qualifiche era Dani Pedrosa, rimasto fuori dai primi 10 ieri dopo avere disputato solo il secondo turno di libere e non avere voluto rischiare nella mattina. Al catalano sono bastati due giri tirati per regolare gli avversati e portarsi al primo posto, tirandosi dietro anche Randy De Puniet, il secondo pilota a riuscire a entrare nelle Q2. Il primo escluso, per poco più di un decimi, è stato Hector Barbera, che domani aprirà la quinta fila davanti alla Ducati di Alex De Angelis (“la Q2 è lontana, ma sono contento perché con la prima gomma ho fatto subito il miglior tempo. Peccato per un errore con la seconda”) e alla FTR di Colin Edwards. Sesta fila per Danilo Petrucci, 16° davanti all’altro italiano Claudio Corti. Da segnalare una caduta di Karel Abraham, 19° alla fine del turno.

Q2, DOMINIO HONDA- Marc Marquez sembrava avere tenuto fede alle aspettative realizzando il miglior tempo (1’21”193) con la prima gomma perché nel secondo tentativo si è sdraiato mentre si stava migliorando alla Curva 8. Non aveva però fatto i conti con Stefan Bradl che ha sfruttato l’assenza del catalano per soffiargli la pole position all’ultimo per soli 17 millesimi. Altra sorpresa Alvaro Bautista, che chiude una prima fila tutta Honda con il 3° tempo. La seconda fila, invece, è appannaggio Yamaha con Valentino Rossi il migliore (1’21”418), davanti a Crutchlow. Non è stato un turno facile per Cal, caduto nelle FP4 ha dovuto usare la seconda moto che ha avuto un inconveniente elettrico che gli ha fatto perdere quasi metà turno. Ottimo 6° Lorenzo a 0”244, davanti al rivale Pedroda (0”552) e Andrea Dovizioso (0”850). Non tempoper Smith, 10° Hayden, 11° Espargaro e 12° De Puniet caduto a inizio turno.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti