Tu sei qui

SBK, Sykes-Guintoli: sfida dalle retrovie

Il leader in classifica cade e partirà alle spalle del rivale (-6 in campionato) infortunato

Con un atto di "bontà" simile a quello da Pedrosa nei confronti di Lorenzo al Sachsenring, Tom Sykes (pur senza infortunarsi) si è complicato la vita nei confronti del suo inseguitore più diretto in campionato Sylvain Guintoli (- 6) nella Superpole di Mosca nonostante quest'ultimo fosse a mezzo servizio.

Il francese si era presentato in Russia dolorante in seguito alla lussazione di una spalla in allenamento con la bicicletta, offrendo al britannico un'occasione ghiotta per allungare in campionato. Nella terza sessione della Superpole, quando ormai sembrava avere la settima pole position consecutiva in pugno, Sykes è però incappato in una disattenzione pagata con una scivolata, venendo così relegato in nona posizione in griglia, alle spalle proprio del francese (+ 1.437).

"Ho perso l'anteriore all'ultimo momento nella curva 3 – ha dichiarato il pilota di HuddersfieldPeccato, ma a volte capitano questi incidenti. Partire dalla terza fila rappresenta la conseguenza di un errore, ma non è un disastro. I punti si fanno in gara, e ho sia un buon assetto che un passo competitivo. Devo solo fare delle buone partenze".

Più contento il pilota Aprilia, che ha centellinato i giri in pista per preservare le energie in vista della gara riuscendo comunque ad accedere alla terza e decisiva sessione della Superpole.

"Se me lo avessero detto lunedì, mentre mi sottoponevo alla radiografia e non riuscivo a muovere il braccio, non ci avrei creduto – le parole di GuintoliEssere arrivato in fondo alla Superpole è una sorpresa, il weekend fin’ora non è certo stato dei più facili. Per preservare la spalla ho preferito rimanere fermo ai box il più possibile. Domani saranno forse le due gare più difficili della mia vita, ma spero che l’adrenalina mi dia una mano a conquistare qualche punto importantissimo".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti