Tu sei qui

SBK, La prima volta di Giugliano. Sykes cade

La caduta del leader del mondiale "libera" la Superpole e Davide ne appprofitta

Alla fine, dopo tre podi conquistati in due anni di Superbike, Davide Giugliano, uno dei migliori giovani talenti italiani delle derivate di serie ha centrato il primo obiettivo pieno conquistando la Superpole sul circuito russo di Mosca. La caduta di Sykes può avergli spianato sicuramente la strada ma l'aver preceduto gli "ufficiali" Davies (BMW) e Laverty (Aprilia) è senza dubbio un titolo di merito per il romano che corre con un'Aprilia "satellite" del team Althea.

Positiva la presenza nelle prime posizioni di Carlos Checa che partirà con la Panigale dalla seconda posizione. Una linea più indietro, invece, si muoverà Sykes e per lui la gara sarà tutta in rimonta.

SUPERPOLE 1: OVVIAMENTE SYKES - Sarebbe quasi inutile citare il miglior tempo nella SP1 (1'33"863) realizzato dal superspecialista della Superpole, Tom Sykes. Il pilota della Kawasaki è stato l'unico a scendere sotto l'1'34", limite sopra il quale sono rimasti Leon Camier con la Suzuki (1'35"349) e Carlos Checa tornato ai vertici con la Ducati (1'35"403).

Rimangono fuori dalla SP2 Leon Haslam (Honda), Ayrton Badovini (Ducati) e Michel Fabrizio (Aprilia) vittima di una caduta senza conseguenze.

Superpole MoscaSUPERPOLE 2: DAVIES SI AVVICINA - Tom Sykes monta la gomma da tempo e abbassa il suo limite di tre decimi. Chaz Davies - anche lui con la gomma morbida - si avvicina a Sykes riuscendo a scendere sotto l'1'35". Non riesce a varcare questa soglia Carlos Checa ma il fatto di trovarsi al terzo posto deve essere motivo di soddisfazione per lo spagnolo. Quarto Melandri.

Camier (Suzuki), Neukirchner (Ducati) e Baz (Kawasaki) sono esclusi da SP3.

SUPERPOLE 2: SYKES CADE E GIUGLIANO NE APPROFITTA - Colpo di scena nei primi minuti della fase finale con la caduta di Tom Sykes che non riesce a riportare la moto ai box a causa dei danni riportati e partirà dalla terza fila.

A questo punto si apre uno scenario imprevisto per la conquista della Superpole e Chaz Davies cerca di mettere le ruote sulla prima casella ma Davide Giugliano, autore sino a questo momento di ottime prove su questo circuito che sembra gradire, gli toglie la soddisfazione. Con il tempo di 1'34"676 si pone al vertice della classifica e domani partirà dalla Superpole affiancato da Chaz Davies e da Eugene Laverty.

Dalla seconda fila si muoveranno, invece, Rea, Melandri e Checa, seguiti da Cluzel, Guintoli e Sykes.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti