Tu sei qui

SBK, Mosca: la caduta di Checa

LA SEQUENZA: high-side anomalo in rettilineo, la squadra indaga

Il secondo turno di qualifiche, che ha aperto il programma del mattino della Superbike, è stato interrotto dalle bandiere rosse per una spettacolare quanto violenta caduta di Carlos Checa nel rettilineo che porta all'ingresso della pit-lane.

Il pilota spagnolo è stato protagonista di un high-side, venendo disarcionato dalla Panigale anche se in rettilineo. Una dinamica anomala, che ha spinto i tecnici della Rossa a investigare sulle cause. I primi verdetti della telemetria parlano di un bloccaggio della ruota posteriore per oltre duecento metri. È questo, con ogni probabilità, che ha innescato lo "sbacchettamento" dell'ex-campione del mondo terminato poi con la caduta.

"Ancora non so, forse ho avuto problemi col freno a mano", la battuta di Checa ai microfoni televisivi. Il pilota del team Alstare, che ha rimediato anche una violenta botta alla testa, ha sostenuto solo qualche contusione e prenderà regolarmente parte alla Superpole in programma per le ore 13 italiane. Dopo il quarto tempo ottenuto sull'asciutto (+ 0.354), la speranza è che l'effetto della recente iniezione di fiducia non sia ancora svanito nel corpo e soprattutto nella mente del "Toro".

La Panigale manca dalla prima fila dal Phillip Island, dove arrivò una strepitosa pole position all'esordio nella massima serie. Quali sono i vostri pronostici? Scriveteci QUI!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti