Tu sei qui

SBK, Mosca: meteo incerto, prove di pit-stop

FP2: pochi giri in condizioni a metà tra asciutto e bagnato. Sykes il più rapido

Turno con poca azione in pista per la Superbike a Mosca a causa della pioggia caduta a intermittenza e solo in alcuni settori della pista, con la creazione delle cosiddette "condizioni ibride" viste più volte nel motomondiale.

A poco sono valse le gomme intermedie portate da Pirelli, a detta di alcuni piloti troppo simili alla mescola slick per poter essere messe "alla frusta" su una pista prevalentemente bagnata. La sessione è così servita più che altro a squadre e piloti per provare i tempi del pit-stop per cambio gomme, che potrebbe essere necessario domani viste le previsioni meteo incerte.

A rigor di cronaca, il miglior tempo è stato appannaggio di Tom Sykes. Il britannico, che ha staccato un 1'36.078 nei minuti iniziali, andrà a caccia della settima Superpole consecutiva a partire dalle 13 italiane.

Turno positivo anche per Camier e Cluzel, unici insieme al leader della classifica iridata a girare sotto l'1'37, con Davies, Rea, Baz, Fabrizio, Sandi e Haslam racchiusi a inseguire in soli sei decimi. Non è invece sceso in pista Guintoli, guardingo a causa della spalla infortunata. Breve uscita ma nessun giro lanciato sia per Checa, visibilmente cauto dopo il problema tecnico che gli ha causato una brutta caduta durante la Q2 ed è ancora sotto investigazione, che per Giugliano.

A decidere la Superpole sarà innanzitutto l'incognita del meteo. Ricapitolando: Sykes era stato il più veloce sull'asciutto (1'35.567) e Melandri sul bagnato (1'47.100), con Davide Giugliano (solo leggermente acciaccato dopo la caduta nella QP2) in grado di centrare il secondo miglior tempo in entrambe le condizioni.

"Speriamo di trovare la Superpole in condizioni stabili – ha dichiarato Melandri ai microfoni della TV – Comunque sono riuscito ad essere veloce sia sull'asciutto che sul bagnato, quindi spero di fare una buona qualifica".

I tempi:

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti