Tu sei qui

SBK, Mosca: Checa alla svolta con Ducati

"La base trovata a Misano ha funzionato. Oggi il miglior turno da inizio anno"

Carlos Checa è comprensibilmente soddisfatto dopo la prima giornata di prove della Superbike a Mosca. Lo spagnolo, per sua stessa ammissione, ha vissuto il proprio "miglior venerdì forse dai tempi di Phillip Island". Il quarto tempo (+ 0.354) ottenuto sia al mattino che al pomeriggio – togliendo però sei decimi ai propri riferimenti tra una sessione e l'altra – è la conferma di quanto evidenziato dai test privati effettuati due settimane fa a Misano ed un'iniezione di fiducia quantomai necessaria sia allo spagnolo che alla truppa di Borgo Panigale.

"Sono molto contento, abbiamo cominciato con la base trovata nei test di Misano ed ha funzionato bene anche qui – le prime dichiarazioni del pilota del team Alstare – Abbiamo dovuto cambiare poche cose, facendo solo il solito lavoro di messa a punto".

Gli unici nei rimangono il secondo e quarto settore. In quest'ultimo, Checa perde circa mezzo secondo.

"L’obiettivo ora è quello di migliorare nella parte mista del tracciato. Poi, ovviamente, perdiamo qualcosa in rettilineo, ma sono felice del risultato di oggi e del fatto che ho potuto girare con tempi costantemente veloci. Spero che questa base ci permetta di fare due belle gare domenica".

Il sogno iridato è svanito da tempo, ma portare la Panigale sul podio e, perché no, alla vittoria ne accenderebbe un altro. Probabilmente l'ultimo perché il "Toro", a 40 anni, vuole un biennale con solide garanzie tecniche per chiudere in bellezza una lunga carriera nelle arene di tutto il mondo.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti