Tu sei qui

MotoGP, Poncharal: nel 2014 le Yamaha saranno 6

"Il team Forward riceverà due moto complete, non solo i motori"

"Il prossimo anno ci saranno sei Yamaha sullo schieramento di partenza, ma non sono geloso: ognuno farà del proprio meglio".

A parlare così a Laguna Seca è stato Hervé Poncharal, presidente dell'Irta e proprietario del team tech 3 che attualmente schiera Cal Crutchlow e Bradley Smith.

"Non c'è ancora nulla di firmato - ha proseguito il manager francese - ma Lin Jarvis ha stretto la mano a Giovanni Cuzari del team Forward, dunque l'accordo è fatto".

La cosa interessante è che la casa di Iwata, pare, non fornirà solo i motori per la cifra di 800.000 Euro, bensì l'intera moto, anche se non ufficialmente.

"Con 24 litri di benzina e 12 motori a disposizione questa M1 rischia di essere più competitiva di quella ufficiale - ha sottolineato Poncharal - è vero che non avrà il software ufficiale, ma la Marelli recupererà rapidamente terreno. E non dimentichiamoci che non essendoci più le CRT saranno queste moto le vere MotoGP. Poi, certo, ci saranno dodici prototipi con elettronica ufficiale portati in pista da Honda, Yamaha e Ducati, ma queste moto andranno verso l'estinzione".

Se Poncharal non sembra preoccupato di ritrovarsi altre due Yamaha sullo schieramento, non può dirsi contento della decisione di Crutchlow di firmare con Ducati.

"Ma non posso criticare Cal, prendera il doppio, forse anche il triplo di quanto prende da noi, quindi non c'è lotta".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti