Tu sei qui

MotoGP, Hayden, ultimo giro a Laguna con Ducati

Non è ancora ufficiale ma Nicky sa che nel 2014 correrà con altri colori

La Ducati è già arrivata in California per il secondo appuntamento del Campionato Mondiale MotoGP sul territorio americano. Sono passati pochi giorni dal GP di Germania e come avevamo anticipato Nicky Hayden ora sa ufficialmente di non far più parte dei piani della casa di Borgo Panigale per il 2014.

Il tracciato statunitense è uno dei circuiti presenti da più tempo nel calendario del campionato ed ha anche visto la prima vittoria di Nicky nel 2005 (quando il circuito tornò in calendario dopo una pausa di 11 anni) oltre a quella dell’anno successivo, la stagione del suo trionfo mondiale. Ad Andrea Dovizioso invece il circuito di Laguna Seca non piace particolarmente, ed infatti il pilota italiano non è ancora riuscito a salire sul podio in questa gara.

La pista, molto tecnica e impegnativa, è anche quella più corta del calendario, ed è famosa soprattutto per il famigerato Cavatappi, una curva a ‘esse’ in ripida discesa.

Gli Stati Uniti sono il principale mercato per la Ducati in termini di vendite e, come ogni anno, sono attesi numerosi appassionati delle rosse alla “Ducati Island”, punto centrale del circuito dove si svolgeranno molte attività nel corso del weekend. Non propriamente il posto migliore per ufficializzare il divorzio dal numero 69, ma è difficile che non se ne parli.

“E’ bello tornare a casa e a Laguna Seca, un circuito che amo e che ovviamente ha un posto importante nel mio cuore - ha detto Kentucky Kid - Il tracciato è davvero unico, oltre ad essere molto difficile, perché bisogna avere totale fiducia in se stessi e nel proprio mezzo per aggredire le curve. E’ anche molto impegnativo perché le curve si susseguono l’una dopo l’altra e le traiettorie devono essere davvero precise per riuscire ad ottenere un buon giro. Finora in Ducati non abbiamo ancora ottenuto i risultati che speravamo, ma in vista della pausa estiva sarebbe bello poter fare una buona prestazione a Laguna e poi andare in vacanza con un buon sapore in bocca”.

“Non so cosa aspettarmi dalla gara di Laguna Seca: per me è sempre difficile valutare come può essere un circuito quest’anno con una moto completamente diversa - gli ha fatto eco Andrea Dovizioso - Credo però che sarà una situazione abbastanza simile al Sachsenring. Forse l’inserimento in curva sarà meno importante, ma in generale ogni moto a Laguna tende di avere problemi di “pompaggio” e a muoversi molto a causa della configurazione della pista. Questa non è una tra le mie piste preferite ma come sempre ci impegneremo per poter ottenere il miglior risultato possibile.”

“Laguna Seca è una pista con caratteristiche di saliscendi, dunque abbastanza simile per alcuni aspetti al Sachsenring. E’ la pista di casa di Nicky, dunque sicuramente avrà voglia di riscattare il deludente risultato che ha ottenuto in Germania, ed è anche una gara che lui ha già vinto due volte nel passato, quindi sappiamo che il suo potenziale c’è”, ha concluso Vittoriano Guareschi. A lui sicuramente che Nicky vada via, dispiace.

 

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti