Tu sei qui

News Prodotto, La Polini Italian Cup a 150 Km/h

Matteo Piacentini già campione ella Vespa 135 Classic a S.Martino del Lago

A Cremona, nella pista di San Martino del Lago, i protagonisti della Polini Italian Cup hanno incontrato quelli del Trofeo Maxiscooter dando vita ad un weekend di gare davvero entusiasmante.

La pista, con il suo lunghissimo rettilineo, ha messo alla prova i piccoli scooter che se la sono cavata egregiamente raggiungendo velocità di tutto rispetto, anche oltre i 150 all'ora per la categoria 94 Big Open. Trattandosi della penultima gara del campionato 2013, si sono definite le classifiche e un titolo è stato già assegnato. Ecco come sono andate le gare di domenica.

Nella 70 Evolution Open, per la prima volta, i due veterani ufficiali di Polini sono stati battuti dal nuovo arrivato. Niccolò Castellini ha confezionato una doppietta conquistata di forza, con pieghe ai limiti della fisica e sorpassi in staccata da vero campione. Per ben due volte ha preceduto il campione in carica Tiraferri dopo una lotta accesa e il fotofinish, lasciando Simone Corsi ben staccato in terza posizione nella prima gara e la wild card spagnola Ricardo Carmona nella seconda.

La 70 Evolution Monomarca ha corso anche questo weekend insieme ai colleghi della Open e non ha cambiato più di tanto la situazione di campionato che finalmente da un po' di respiro a Marco Moroni, vincitore di giornata con un secondo e un primo posto. Nella prima gara il leader di classifica vince anche grazie al ritiro per caduta di Carlo Gurrieri, che ha invece vinto la seconda manche. Con un secondo e un terzo posto Alessandro Fabbri precede Ziarelli nella classifica aggregata di fine giornata.

Questa domenica è stata la più importante per Matteo Piacentini, vincitore di entrambe le manche dela Vespa 135 Classic e di conseguenza primo campione 2013 con una gara d'anticipo. Il vicentino ha preceduto il compagno Marco Leaso e Filippo Corsi, che nel turno di qualifiche del mattino, proprio con la Vespa, ha rimediato una brutta botta nel tratto misto. Da segnalare anche l'assenza di Benini, unico vero rivale di Piace nella seconda parte di campionato, e lo show di Victor Grotto che purtroppo è caduto dopo aver insidiato i primi con manovre e traiettorie spettacolari.

70 Evolution Amatori è sinonimo di spettacolo, perciò questa gara non poteva essere da meno. I protagonisti assoluti sono tanti ma la lotta per la leadership è fra Prischi e Zani che qui si sono spartiti il bottino dopo una serie di lotte corpo a corpo, tutte decise al fotofinish. Gara1 ha premiato per pochi centimetri Simone Prischi su Luca Zani, Andrea Modena è terzo mentre nella seconda frazione Zani vince, Modena si piazza secondo e Prischi è terzo. Ora sono 4 i punti di distacco per la vittoria finale, a Viterbo ci sarà uno show unico!

Nella Pit Bike Gianluca Cuttitta poteva vincere con una gara d'anticipo, ma il gruppo dei partenti è rimasto compatto fino alla bandiera a scacchi in entrambe le gare. Nella prima manche Alessandro Fabbri ha messo i bastoni fra le ruote vincendo su Camorcia e Cuttitta, ma Gianluca si è rifatto nella seconda gara vincendo su Camorcia e Fabbri, e per appena 2 punti non è matematicamente campione.

I Maxi Scooter sono stati la vera novità del solito weekend con gli scooter di piccole dimensioni. I TMax si muovevano agili fra le curve e la gara unica  da 12 giri ha visto come protagonista unico Gianluca Rapicavoli del team La Greca, secondo con ben 14 secondi di ritardo Boschetti e terzo “Lupin” Gatti. Ora pausa estiva, poi a settembre il gran finale della Polini Italian Cup a Viterbo. Da non perdere!

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti