Tu sei qui

MotoGP, Suppo: per Honda PR più richieste che moto

Il team Gresini ha già confermato l'acquisto e Redding è sempre più vicino alla firma

Se il mercato piloti per i nomi che contano è limitato ai soli Cal Crutchlow e Nicky Hayden per le selle ufficiali, quello delle moto è ben più in fermento. Con il pensionamento delle CRT e l’introduzione dei prototipi di ‘serie’, i team indipendenti stanno valutando in queste settimane quale sia l’opportunità migliore. In cima alla lista c’è senza dubbio la Honda, che con la sua Production Racer è stata la prima credere e a investire nella nuova formula e la sua moto ha già avuto il battesimo della pista a Motegi.

Nel paddock del Sachsenring gli incontri procedono e Livio Suppo, managing director della squadra ufficiale, conferma: “in questo momento ci sono più richieste da parte dei team che moto da vendere. Siamo però ancora in fase di trattativa, vedremo quante andranno in porto”. Nelle intenzioni del colosso di Tokyo le PR in pista il prossimo anno saranno al massimo cinque e il prezzo a cui saranno vendute sarà intorno al milione 200 mila euro. “E’ un prezzo interessante, perché bisogna considerare l’investimento nei due anni – spiega il manager torinese – Nella prossima stagione, potranno riutilizzare le stesse moto con i nuovi motori”.

La cosa che però interessa più i futuri acquirenti sono le prestazioni che dovrebbero essere garantire dalla stretta parentela con la RC213V. “La base di partenza per lo sviluppo del progetto è quella – conferma Suppo – Il motore è strettamente derivato dalla MotoGP, senza valvole pneumatiche e cambio seamless, e qualche altra piccola differenza nella realizzazione, come il telaio”. Il primo test è stato fatto con l’elettronica interna, ma a Tokyo hanno già la centralina Magneti Marelli che verrà utilizzata già dalla prossima uscita in pista. Per vederla dal vivo, seppur staticamente, “bisognerà aspettare Brno o forse Misano” aggiunge il manager.

Intanto la prima PR è già stata venduta. Fausto Gresini al Sachsenring ha già confermato l’acquisto e anche il pilota che la guiderà è sempre più certo. I contatti con Scott Redding sono sempre più frequenti e per la firma sembra manchi molto poco, questione di settimane, forse di giorni.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti