Tu sei qui

Moto2, Germania: sorpresa Simeon in Pole

Sachsenring QP: Solamente ottavo il leader in campionato Redding

In una stagione in cui i ruoli da attori principali sembravano appannaggio sempre e solo dei "soliti noti", ovvero Scott Redding, Pol Espargaro, con gli inserimenti di Esteve Rabat o Nico Terol, in terra di Sassonia ecco uscir fuori dei nuovi protagonisti che domani, in gara, venderanno cara la pelle nella lotta per la vittoria. Stiamo parlando di Jordi Torres che già questa mattina si era messo in luce, ma sopratutto di Xavier Simeon, il belga ex-campione del mondo Superstock con Ducati, oggi brillante autore del miglior riferimento cronometrico.

Per il belga è la prima Pole position in carriera in Moto2.

L'alfiere Kalex ha infatti fermato il cronometro in 1'24.665, solo 13 millesimi di secondo meglio di Torres. Il portacolori del team Aspar, con anche una nuova versione del telaio Suter, ha provato fino all'ultimo a mantenere la prima casella, e domani sarà sicuro protagonista. La prima fila è stata chiusa da Pol Espargaro (+0.039) autore di un ottimo passo-gara messo in mostra e principale indiziato per la vittoria di domani.

Quarta piazza per Thomas Luthi che precede Simone Corsi, miglior rappresentante di casa nostra, che chiude a 193 millesimi dalla vetta. Subito dietro all'alfiere del team Forward, ecco il duo Italtrans con Simon in sesta posizione, e sopratutto Nakagami, ancora convalescente dall'infortunio patito ad Assen, ed oggi brillante settimo. In sofferenza - rispetto alle ultime uscite - il leader in campionato Scott Redding che chiude in ottava posizione (+0.298), davanti al suo compagno di squadra Mika Kallio e ad un Alex De Angelis che chiude in decima posizione a 367 millesimi da Simeon.

Ancora una volta distacchi raccolti tra i piloti: in un secondo esatto (al millesimo) ci sono 21 piloti. 1'24.665 per Xavier Simeon, 1'25.665 per il nostro Mattia Pasini.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti