Tu sei qui

MotoGP, Bridgestone: asimmetrica? non serve

Faccia a faccia tra piloti e gommista: "quel pneumatico eviterebbe tante cadute"

La Bridgestone è ancora una volta nell’occhio del ciclone. Dopo le tante cadute alla Curva 11 (nel mattino Dovizioso e Iannone, nel pomeriggio Lorenzo e Crutchlow), sia Rossi che Dovizioso hanno puntato il dito contro l’anteriore portato dal gommista giapponese. Ha incominciato Valentino, “le Bridgestone hanno bisogno di essere in temperatura per rendere al meglio. In quel caso si arriva in un curva veloce a destra dopo sei curve a sinistra. Lo pneumatico è morbido. Come abbiamo il posteriore asimmetrico, con due mescole diverse sulle due spalle, così dovremmo avere anche l’anteriore. Potrebbe migliorare la situazione”.

Piena appoggio alla tesi del Dottore anche dalla parte di Dovizioso. “Sarebbe una bella cosa una gomma asimmetrica anche all’anteriore – ha esordito Andrea – è da un po’ che la chiediamo. Qui usiamo lo stesso pneumatico del GP della Malesia. Il lato sinistro funziona bene, ma quello destro no. Anche se questa mattina, io sono finito a terra con una gomma morbida”.

La diretta interessata però è di tutt’altra opinione. “Abbiamo discusso di questa possibilità, ma non servirebbe a niente adottare questa costruzione all’anteriore – ha affermato Bridgestone attraverso il suo ufficio stampa – La questione delle temperature è completamente diversa sulle due ruote. Il posteriore si scalda diversamente perché è la ruota di trazione e questo influenza in modo enorme la sua temperatura. All’anteriore è tutto diverso, abbiamo studiato attentamente il problema e siamo giunti alla conclusione che usare la costruzione asimmetrica non risolverebbe il problema. Anche adottare una mescola molto più morbida da un lato non garantirebbe una sua maggiore temperatura e inoltre si innescherebbero problemi di stabilità”.

La partita fra piloti e Bridgestone è di nuovo iniziata. Per adesso ha vinto quasi sempre la seconda, però poi in moto ci salgono i primi. Ma la storia la scrivono i vincitori, nel bene e nel male.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti