Tu sei qui

MotoGP, Germania: Lorenzo KO, Honda al top

Lo spagnolo rischia di saltare due GP. Bradl precede gli ufficiali, Rossi 5º

Complice anche la brutta caduta di Jorge Lorenzo, il secondo turno di prove libere della MotoGP al Sachsenring si è svolto nel segno della Honda. Il pilota di casa Stefan Bradl si è aggiudicato il miglior tempo provvisorio con un 1'22.030 con il quale ha staccato di due decimi la coppia di piloti ufficiali HRC composta da Dani Pedrosa (+ 0.209) e Marc Marquez (+ 0.221).

A tener banco, tuttavia, è stato l'high-side di Jorge Lorenzo alla curva 10. Sbalzato dalla proprio M1, lo spagnolo è atterrato violentemente sulla spalla infortunata ad Assen ed è ancora in Clinica Mobile per accertamenti.

"L'incrinazione della placca ha angolato ulteriormente la posizione della clavicola – ha detto il Dottor CaceresTra 24/48 ore si valuterà il dolore e con ogni probabilità sarà necessaria un'altra operazione".

Stando alle prime dichiarazioni del Dottor Costa alla televisione, sembra che Lorenzo non sia intenzionato a correre né in Germania né a Laguna Seca la prossima settimana per assicurarsi una piena guarigione prima di tornare in sella. Verranno comunque effettuate ulteriori radiografie, e poi il pilota prenderà una decisione definitiva.

Lorenzo detiene comunque il quarto tempo con soli due giri all'attivo, e riuscirebbe con ogni probabilità qualificarsi direttamente per la Q2 in caso non riuscisse a prendere parte alla FP3 di domattina.

Vista la caduta del compagno di squadra e di Crutchlow (19º con qualche contusione alle mani ed alla gamba sinistra) – alla stessa Curva 11 che aveva già "punito" Dovizioso e Iannone nel mattino – ha usato un po' di cautela in più del solito Valentino Rossi, quinto a + 0.365. Il passo del "Dottore", in linea con quello dei suoi predecessori, è attualmente sull'1'22 alto.

A difendere i colori Ducati ci ha pensato Nicky Hayden, sesto a + 0.542 ma anche lui autore di una caduta spettacolare ma senza conseguenze di rilievo nelle fasi finali. Tra lui e Dovizioso (ottavo a + 0.820 e costretto ad usare il telaio "standard" dopo la caduta del mattino che ha crepato la versione "evo2") si è inserito ancora una volta Espargaró su CRT (+ 0.733). Chiudono la Top 10 Bautista e Iannone, con distacchi di pochi inferiori al secondo.

I tempi:

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti