Tu sei qui

SBK, Ancora Sykes poi un poker italiano

Q1: la Kawasaki prima davanti a Rea poi Fabrizio, Badovini, Giugliano e Melandri

Tom Sykes - già il più veloce nelle libere del mattino - ha realizzato il miglior tempo nelle prime prove di qualifica che lo hanno visto precedere con 1'47"218 Jonathan Rea (Honda) di poco più di un decimo.

Il pilota della Kawasaki che qui a Imola è partito in Superpole nel 2010 e nel 2012, ha guidato la classifica dei tempi per gran parte della sessione, mentre Rea ha tentato nel finale di scalare il vertice assoluto dei tempi.

Alle spalle dei due piloti d'oltre Manica ci sono ben quattro italiani, tutti aspiranti ad una posizione di prima fila nelle gare di domenica.

Il terzo tempo, infatti, è appannaggio di Michel Fabrizio che si è rivisto finalmente nelle posizioni di Phillip Island. Il romano con l'Aprilia del team Red Devils Roma ha accusato quattro decimi di distacco da Sykes, mentre gli è bastato mezzo decimo per precedere Ayrton Badovini sempre aggressivo su questa pista dove sta sfruttando al massimo le doti della sua Ducati 1199 Panigale.

Quinto tempo per Davide Giugliano che nel finale ha fatto una uscita sulla ghiaia con l'Aprilia del team Althea, seguito da Marco Melandri che con la BMW accusa un distacco di cinque decimi da Sykes.

Le due Aprilia ufficiali rincorrono: Guintoli, leader della classifica mondiale, è settimo, mentre Eugene Laberty è nono.

in ombra Carlos Checa, solo dodicesimo ma, soprattutto ad oltre un secondo dal suo compagno di squadra, Badovini.

Non particolarmente esaltante il debutto di Noryuki Haga: solo 17° in 1'51"680 a oltre quattro secondi dal poleman provvisorio. Domani c'è un'altra qualifica per poter fare meglio.

SBK qualifiche venerdì

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti