Tu sei qui

MotoGP: Lorenzo sotto i ferri in 48 ore

Parla il Dott. Mir: "Ora test per scongiurare altri danni fisici. Esami neurologici OK"

Nonostante abbia realizzato il miglior tempo combinato nelle prove libere del giovedì ad Assen, Jorge Lorenzo ha ben poco di cui gioire: la frattura della clavicola riportata dopo un high-side sul bagnato lo escluderà certamente dal GP di sabato e rischia di condizionarne in negativo il prosieguo del campionato, che dopo l'Olanda farà tappa al Sachsenring il 14 luglio. Lo spagnolo, visitato dal Dottor Mir (uno dei medici di fiducia del motomondiale) si opererà nelle prossime 48 ore. Forse addirittura domani.

"Jorge ha riportato un forte trauma dovuto all'inerzia della caduta, ma gli esami neurologici hanno dato risultati normali – ha dichiarato Xavier MirAndremo ad Assen per esaminare cranio, petto e addome. La nostra prima analisi ha rivelato una frattura della clavicola sinistra con un leggero spostamento dell'osso che richiederà un'operazione".

Resta dunque da accertare se ci siano eventuali danni aggiuntivi. L'unica certezza resta la necessità di un intervento chirurgico.

Mir ha sottolineato che Jorge si è rotto la stessa clavicola  di qualche anno fa (precisamente, due volte nel 2005, Montmelò e Cheste), per cui l'intervento, che si cercherà di fare domani sera a Barcellona, ??presenta una certa complessità, perché la clavicola ha già cambiato forma.

"Faremo altri test per scongiurare altri danni che potrebbero emergere nelle prossime 24 ore. Impatti ad oltre 200 km/h rendono necessario più tempo perché il corpo recuperi e vengano evidenziati eventuali altri infortuni. In teoria Jorge dovrebbe essere in grado di essere trasportato già da domani, e potrebbe essere operato in 48 ore".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti