Tu sei qui

MotoGP, Rossi: primo obiettivo le qualifiche

Yamaha verso Assen. Lorenzo: "sono in ottima forma e ho molta fame di vittorie"

La squadra Yamaha arriva ad Assen carica al punto giusto. Lorenzo ha un solo obiettivo, tenere fede al detto ‘non c’è due senza tre’ e ripetere le vittorie di Italia e Spagna anche in Olanda. Rossi, invece, è ottimista dopo i test di Aragon e Barcellona. Il Dottore sembra avere finalmente trovato quel tassello mancante nella messa a punto della M1, che gli ha impedito di essere incisivo in qualifica e nella prima parte di gara, due aspetti fondamentali nella moderna MotoGP.

La conferma arriva dallo stesso Valentino Rossi: “sono molto soddisfatto dei test ad Aragon e non vedo l’ora di essere ad Assen. I setting che abbiamo provato sono stati positivi e ora ho più fiducia in sella, specialmente in frenata – spiega - Per me è stato un passo avanti importante e voglio provare questo nuovo setup su un'altra pista. Spero che questo miglioramento mi permetta anche di essere più incisivo in qualifica, è molto importante riuscirci. Assen è un bel tracciato, mi piace e mi porta alla mente molti ricordi. Proverò a sfruttare queste buone sensazioni con pista e moto per migliorare i miei risultati”.

Jorge LorenzoLa pista olandese è amica tanto del Dottore (7 vittorie in attivo) che di Jorge Lorenzo (tre i suoi primi posti), che vuole sfruttare l’occasione per avvicinare ulteriormente Pedrosa in classifica. “Sono felice dopo le vittorie del Mugello e di Barcellona, sono stati due risultati importanti per il campionato. Sono in ottima forma, mi sento più forte che mai e ho fame di vittorie – garantisce - Penso che nelle ultime due gare abbiamo fatto un passo avanti sulla moto abbastanza grande per quanto riguarda la consistenza. Assen è sempre stato uno dei miei circuiti preferiti. Adoro sia la pista, veloce, morbida e con molta storia, ma anche il paesaggio, l’Olanda. Sono molto motivato e vado lì per continuare questa serie di successi, ancora di più dopo i test a Barcellona e Aragon, dove abbiamo trovato alcuni migliorie per il futuro”.

L’ottimismo dei due piloti è condiviso anche dal team director Massimo Meregalli: “nei test abbiamo trovato qualcosa di veramente positivo e interessante e adesso affrontiamo la prossima gara con molto entusiasmo e positività. Siamo finalmente riusciti a provare un setup che non avevamo potuto usare per lo scarso tempo a disposizione nei fine settimana. I riscontri sono stati eccellenti”.

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti