Tu sei qui

MotoGP, Honda RC213 V, due passi avanti a tutti

Mentre gli avversari rincorrono l'HRC è già avanti. E nel 2014 arrivano anche 5 'PR'

Ecco altre immagini della versione 2014 della Honda RC213 V. A presentarla ad Aragon è stato Takeo 'Tax' Yokoyama, il Direttore tecnico del team Repsol Honda.

La moto si presenta curatissima, come qualsiasi delle moto uscite dal reparto corse del colosso nipponico, una MotoGP quasi di serie, insomma.

In attesa di conoscere in quali aree ha puntato lo sviluppo della HRC si sono appresi maggiori particolari sulla Honda 'Production Racer' che invece guideranno i piloti privati nel 2014 e che dovrebbe mandare in pensione le inadeguate CRT.

Intanto il prezzo di questa versione, già salito da un milione ad 1,2 milioni di Euro, poi la disponibilità. Un esemplare sarà portato a Valencia per i test di fine campionato per farla provare ai piloti dei team che l'avranno acquistata. La versione definitiva, però, sarà consegnata solo nei successivi test di Sepang, a fine gennaio.

La moto, che avrà l'elettronica della Marelli voluta dalla Dorna, sembra avere ancora qualche problema di dentizione e per questo lo sviluppo procede meno rapidamente del previsto.

E' interessante notare come oggi la versione "clienti" costi quanto quella ufficiale qualche anno fa. In pratica la Honda ha elegantemente spazzato via il progetto della Dorna che ha fatto nascere le CRT, così il campionato invece di riposizionarsi tecnicamente in basso ha alzato solo il costo per competere. L'obiettivo è quello di avvicinare le prestazioni di MotoGP e CRT, una cosa che peraltro riesce benissimo già all'Aprilia visto che la sua Art con Aleix Espargarò alla guida prende intorno al secondo al giro e non i 2,5" degli altri prototipi di serie.

Sul fronte Yamaha - ricordiamo 4 i motori da dare in leasing al prezzo di 800.000 Euro - non ci sono novità e la Yamaha è pronta anche a non metterne in cantiere nessuno.


Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti