Tu sei qui

MotoGP, Ben Spies in forse fino ad Indy?

Ciabatti: "Dovrebbe rientrare a Laguna, ma vedremo". Il texano ha guidato pochissimo

Il ritorno di Ben Spies, programmato per il GP degli Stati Uniti a Laguna Seca, il 21 luglio prossimo, potrebbe slittare addirittura al 18 agosto, in tempo dunque per Indianapolis. La voce, per il momento non confermata dalla Ducati, circola negli ambienti americani dove si mormora che il texano preferirebbe rientrare in un circuito meno fisico del tortuoso tracciato californiano.

Ricordiamo che Ben ha preso parte, fino ad ora,  al primo dei test di Sepang, interrompendolo già al secondo giorno. Successivamente è andato a Sepang 2 per presentarsi al GP del Qatar, chiuso in decima posizione a 43 secondi dal vincitore, Jorge Lorenzo.

Dopo la gara a Losail Ben ha gareggiato poi ad Austin dove si è classificato 13° a quasi 45 secondi da Marquez.

Il suo mondiale si è fermato lì. Spies poi si è ripresentato al Mugello, ma sappiamo com'è andata.

Qualora si ripresentasse a Laguna avrebbe corso tre Gran Premi su otto. C'è da notare che Ben non rischia (apparentemente) il posto visto che ha contratto biennale con la casa di Borgo Panigale. A questo punto la sua strategia, al di là della realtà delle sue condizioni fisiche, sta pagando molto di più di quella di Andrea Iannone pluriacciaccato per una serie di incidenti. Meno corre, ben, e meno rischia di farsi male e più le sue quotazioni sul mercato, frutto di un mondiale Superbike vinto con la Yamaha, rimangono immutate.

La realtà però è che la Ducati al momento ha solo un pilota 'buono', Andrea Dovizioso, al quale si aggiunge il debuttante Iannone e due americani le cui prestazioni lasciano a desiderare, per il momento. In particolare sempre gli ambienti made in USA dicono che Hayden - in Ducati dal 2009 - stia cercando alternative dopo cinque stagioni senza risultati. Sarebbe una perdita per la Rossa, visto che Nicky, perlomeno dal punto di vista delle pubbliche relazioni, è il numero uno indiscusso nel paddock.

Resta da vedere chi potrà essere chiamato a riempire il posto che sarà vacante nel 2014.

Per il momento comunque in sostituzione di Ben Spies, com'è noto, correrà il collaudatore Michele Pirro.

"Secondo il nostro dottore di fiducia, che ha visitato Spies al Mugello - ha rivelato Paolo Ciabatti - Ben dovrebbe essere pronto per Laguna Seca. Qualora non dovesse essere così dovremmo saperlo al più presto per programmare il programma di Michele che corre con la GP 13 'laboratorio', mentre per Spies dovremmo spedire la GP13 tradizionale. Il suo problema attualmente è muscolare. L'operazione è riuscita, ma la sua spalla attualmente è troppo mobile e rischia di uscire sotto sforzo, per questo il pilota sta seguendo un intenso programma di riabilitazione fisica".

Categoria: 

Articoli che potrebbero interessarti